Altera ha annunciato di aver completato con esito positivo il test di interoperabilità tra gli FPGA della serie Stratix® IV GT e il dispositivo Bandwidth Engine® di MoSys in un’applicazione di memoria seriale. Gli FPGA Stratix IV GT sfruttano l’interfaccia GigaChip™ per operare con il dispositivo Bandwidth Engine e forniscono ai progettisti che si occupano dello sviluppo di applicazioni cablate (wireline) 100G – come ad esempio gestione del traffico ed elaborazione dei pacchetti – una soluzione di memoria contraddistinta da alte prestazioni ed elevata ampiezza di banda. Altera, con i propri componenti Stratix IV GT, è il primo produttore di logiche programmabili a garantire il supporto per l’interfaccia GigaChip.
Altera è uno dei membri fondatori della GigaChip Alliance di MoSys, un consorzio in cui confluiscono parecchie aziende operanti nel settore dei semiconduttori che collaborano al fine di consentire comunicazioni seriali tra chip e chip efficienti nei sistemi di networking, elaborazione e memorizzazione ad alte prestazioni della prossima generazione. L’interfaccia GigaChip sfrutta la tecnologia tranceiver per garantire prestazioni particolarmente spinte nella comunicazione tra chip e chip. MoSys ha impiegato gli FPGA Stratix IV GT per lo sviluppo dell’interfaccia GigaChip in virtù del fatto che questi dispositivi programmabili sono stati i primi a rendere disponibili transceiver con prestazioni decisamente spinte.
L’interfaccia GigaChip è caratterizzata da una densità di banda, quattro volte superiore rispetto a un’interfaccia di tipo DDR – ha detto David DeMaria, vice president business operations di MoSys – a fronte di una riduzione dei consumi di potenza del sistema e dei costi dell’interfaccia di un fattore compreso tra 2 e 3. Il nostro obbiettivo è quello di farne uno standard industriale aperto per garantire comunicazioni efficienti tra chip e chip e siamo particolarmente soddisfatti di annunciare l’interoperabilità con le soluzioni di Altera. La tecnologia transceiver integrata degli FPGA Stratix IV rappresenta per MoSys la piattaforma ideale per implementare il controller e l’interfaccia per Bandwidth Engine. La collaudata tecnologia transceiver di Altera abbinata agli FPGA Stratix IV GT ci permette di offrire ai clienti una soluzione di memoria seriale ad alta velocità destinata ai sistemi di networking della prossima generazione”.
GigaChip è un’interfaccia seriale caratterizzata da range ridotto e basso consumo che permette di ottenere elevata efficienza, estesa ampiezza di banda e bassa latenza. Gli FPGA Stratix IV GT supportano questa interfaccia attraverso il proprio controllore di memoria soft, che assicura la massima flessibilità in fase di progetto, e i transceiver operanti a 11,3 Gbps integrati. Il supporto dell’interfaccia GigaChip da parte di questa serie di FPGA di Altera consente agli utenti di aumentare le prestazioni del sistema, a fronte di una sensibile riduzione sia dei costi della scheda sia del numero di pin.
L’integrazione dell’interfaccia GigaChip – ha affermato Luanne Schirrmeister, senior director del component product marketing di Altera – ci pone nella posizione ideale per supportare la transizione verso applicazioni 100G e oltre. Il superamento del test di interoperabilità è una chiara dimostrazione per tutti i clienti che operano nel settore delle comunicazioni cablate del nostro impegno nel fornire soluzioni caratterizzate dalle più elevate prestazioni possibili”.
Gli FPGA della famiglia Sytatix IV GT sono già disponibili in volumi di produzione. Per informazioni riguardanti i costi è possibile contattare gli uffici vendita di Altera. Ulteriori informazioni riguardanti questi FPGA sono disponibili sul Web all’indirizzo: www.altera.com/stratix4. I dispositivi Bandwidth Engine sono disponibili in campioni. Maggiori informazioni inerenti questi dispositivi e l’interfaccia GigaChip sono disponibili all’indirizzo: www.mosys.com
www.altera.com