La sicurezza dei sistemi elettronici delle autovetture è tra le massime priorità degli OEM dell’industria automobilistica, dei proprietari dei veicoli e delle compagnie di assicurazione. Il controllo elettronico dei sistemi per autoveicoli è sempre più diffuso e grandi quantità di dati transitano attraverso gateway e moduli BCM (body control module). Freescale Semiconductor sta dando un importante contributo alla soluzione dei rischi per la sicurezza di questi dati con l’aggiunta di nuovi prodotti alla famiglia MPC56xx di microcontrollori (MCU) 32 bit Qorivva basati sulla tecnologia Power Architecture®.

I dispositivi MPC564xB/C di fascia alta sono i primi MCU destinati al mercato automobilistico a incorporare un motore crittografico (cryptographic services engine – CSE), che rende sicura e affidabile la trasmissione di informazioni tra i componenti elettronici. La crittografia viene utilizzata in campo automobilistico per codificare e decodificare dati relativi a varie funzioni come, per esempio, impedire la manipolazione illegale del contachilometri di un’autovettura, attivare immobilizer (blocco avviamento motore) che impediscono il furto di un’auto in quanto è necessario conoscere la chiave e impedire la rimozione di singole unità di controllo elettronico e il loro riutilizzo in altri veicoli.

I dispositivi MPC560xD entry level sono soluzioni economiche con un singolo nodo CAN (controller area network), caratterizzate da bassi consumi energetici quando esiste la necessità di risparmiare energia, ingombro minimo del package e un’ampia gamma di interfacce di comunicazione quali LIN, SPI e CAN. Il prodotto MPC560xD è ideale per i nodi finali del controllo corpo vettura, come quelli utilizzati nelle applicazioni relative a portiere e sedili.

La sicurezza dei sistemi elettronici di un’autovettura è un elemento critico per il funzionamento del veicolo e la sicurezza dei passeggeri” ha dichiarato Ray Cornyn, responsabile della divisione  Automotive MCU di Freescale, aggiungendo: “La nostra famiglia Qorivva MPC56xx comprende soluzioni che si collocano ai due estremi dello spettro prestazionale e garantisce la tranquillità di spirito che deriva dalla certezza di disporre di funzionalità di sicurezza avanzate senza dover rinunciare alla potenza o sostenere maggiori costi.

Aumentare la performance mettendo un freno ai furti
Costruiti per la nuova generazione di moduli centralizzati di controllo del corpo vettura, gateway di fascia alta e scatole di giunzione intelligenti, i dispositivi MPC564xB/C possono raggiungere una performance anche di 300 DMIPS, ideale per l’esecuzione di una grande quantità di codice in una applicazione BCM/gateway che fa un uso intensivo della CPU. Il prodotto MPC564xB/C implementa un CSE che supporta la specifica SHE (secure hardware extension) pubblicata nel  2009 dal consorzio Hersteller Initiative Software costituito dalle aziende automobilistiche europee.
Molte applicazioni BCM supportano la sicurezza tramite funzionalità crittografiche a livello  software ma si tratta di un metodo più rischioso rispetto a una soluzione hardware poiché il software potrebbe essere soggetto ad attacchi. Il CSE incluso nei dispositivi Freescale sposta il controllo delle chiavi crittografiche dal livello software a quello hardware riducendo quindi in larga misura i rischi per la sicurezza. Il modulo CSE contribuisce a mettere a riparo le chiavi di sicurezza dagli attacchi degli hacker, fornisce un ambiente software autenticato e consente il possesso di chiavi distribuite.

Una serie di dispositivi in grado di soddisfare le singole esigenze
Gli MCU MPC560xD e MPC564xB/C Qorivva vanno ad aggiungersi ai dispositivi MPC560xB/C annunciati in precedenza per costituire un portafoglio completo di soluzioni per le applicazioni elettroniche del corpo vettura. L’economico ed avanzato core del processore host fa uso dei numerosi punti di forza della tecnologia Power Architecture come la potenza di calcolo, la memoria on-chip, le capacità analogiche, i sistemi di temporizzazione e altre funzionalità necessarie alla gestione di sistemi complessi di diagnostica e controllo. Inoltre, questi dispositivi scalabili sono supportati da un ecosistema che comprende driver software, sistemi operativi e codice di configurazione per favorire una rapida implementazione dei design degli sviluppatori. Con oltre 200 milioni di MCU 32 bit Power Architecture commercializzati fino a questo momento, Freescale si posiziona come un fornitore consolidato e affidabile di soluzioni per il mercato dell’elettronica in campo automobilistico.
www.freescale.com