Si chiama UAVForge la nuova iniziativa del DARPA (Defense Advanced Research Projects Agency), l’agenzia governativa americana incaricata dello sviluppo di nuove tecnologie per uso prevalentemente militare.
Con un investimento di 2 milioni di dollari, UAVForge (http://www.uavforge.net/) si propone di supportare e raccogliere attorno al sito appositamente creato una comunità di appassionati di questo genere di velivoli, ovvero di autocostruttori, progettisti e geek che sono interessati alla costruzione di piccoli UAV.  Insomma, una sorta di DIYDRONES sponsorizzato dai militari.

L’obiettivo finale è quello di selezionare il miglior progetto possibile in grado di rispondere a determinate specifiche e di utilizzare tale progetto in ambito militare realizzando un certo numero di  esemplari: un modo per ridurre notevolmente le spese di progettazione e sviluppo e per fare emergere nuovi talenti in questo settore. Ovviamente nulla si fa per nulla, e il progettista o il team di progettisti che vincerà si aggiudicherà un premio di 100.000 dollari.
Di seguito un video che illustra l’iniziativa:


Già da tempo i responsabili militari americani si sono resi conto dell’importanza dei piccoli velivoli senza equipaggio nelle moderne operazioni militari. Ovviamente vi sono anche moltissime applicazioni in campo civile. I militari utilizzano questi velivoli per la ricognizione delle linee nemiche mentre in campo civile i piccoli UAV vengono utilizzati per il monitoraggio di oleodotti, gasdotti, zone altamente inquinate, eccetera. Tutti questi velivoli, tuttavia, presentano costi ancora troppo alti ed una logistica particolarmente complessa, proprio perché di derivazione militare. Col risultato che la diffusione è ancora troppo limitata.

L’approccio di UAVForge vuole essere molto più simile a quello delle comunità di appassionati dove lo sforzo più importante, quello di ricerca e sviluppo, viene suddiviso tra migliaia di persone.
In termini economici, l’obiettivo dell’iniziativa è di riuscire a realizzare un velivolo ad un costo inferiore ai 10.000 dollari tutto compreso; un velivolo che possa essere trasportato in uno zaino e che non richieda personale specializzato per l’utilizzo.

L’iniziativa è rivolta prevalentemente ai gruppi di appassionati che potranno trovare nell’apposito sito risorse di vario genere e che potranno confrontarsi con i team concorrenti.
Tutti dovranno proporre un video della propria realizzazione: a poche ore dall’avvio dell’iniziativa sono già numerosi i video postati, compresi alcuni provenienti dal nostro paese.
L’iniziativa prevede anche una sorta di gara finale durante la quale i 10 team che avranno raggiunto il punteggio più alto si sfideranno dal vivo; il vincitore si aggiudicherà l’appalto per la produzione di un lotto iniziale di 15 UAV.
http://www.uavforge.net/