Sei studenti della Swinburne University of Technology di Melbourne, Australia, hanno realizzato un computer – chiamato Ruby – che ha stabilito il nuovo record mondiale di risoluzione del famoso cubo di Rubik con 10,69 secondi, compreso il tempo necessario per analizzare lo stato iniziale del cubo. Tempo ancora molto lontano dal record “umano” di 6,24 secondi che appartiene ad un ragazzino di 16 anni, Zemdegs Feliks, stabilito di recente durante la manifestazione  Kubaroo Open 2011. Il precedente record di un robot apparteneva a Cubinator con 18,2 secondi.
Ecco Ruby in azione:


I sei ragazzi, David e Richard Bain, Daniel Purvis, Jarrod Boyes, Miriam Parkinson e Jonathan Goldwasser, frequentano l’ultimo anno dei corsi di laurea di Ingegneria Robotica e Meccatronica e di Ingegneria del Software.
L’esperienza combinata delle studenti di robotica e di ingegneria del software ha permesso loro di costruire un robot con un sistema di acquisizione visiva molto veloce, movimenti di altissima precisione e algoritmi di calcolo altrettanto rapidi.” ha detto il professor Chris Pilgrim, Vice Preside della Facoltà di Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione “Ruby opere mediante la scansione di ogni singola faccia del cubo attraverso una web cam. Viene quindi utilizzato un algoritmo software per sviluppare una soluzione che attraverso un sistema di controllo real-time embedded controlla gli azionamenti.

Ed ecco il video del ragazzo più veloce al mondo:


Il robot sarà esposto al pubblico durante lo Swinburne’s Open Day il 21 agosto.

www.swinburne.edu.au