Toshiba Electronics ha annunciato oggi un nuovo sensore di immagini CMOS con passo di 1,12 micron che combina le più piccole dimensioni dei pixel disponibili sul mercato con la miglior sensibilità luminosa e le migliori prestazioni delle immagini offerte dalla tecnologia a illuminazione posteriore nota come BSI (Back-Side Illumination). I campioni del nuovo sensore saranno disponibili entro la fine del mese, mentre la produzione in serie verrà avviata entro la fine del 2011.
Poiché gli smartphone diventano sempre più piccoli e i loro sensori di immagini continuano a offrire una risoluzione sempre maggiore, la sfida progettuale è quella di ridurre le dimensioni del singolo pixel senza sacrificare le prestazioni a causa della miniaturizzazione sempre più spinta. La tecnologia BSI permette di superare questi ostacoli garantendo un nuovi livello di sensibilità luminosa ai sensori di immagini CMOS. I sensori BSI, infatti, hanno le lenti poste sul lato posteriore del sensore, appoggiate sul substrato di silicio, anziché sul lato anteriore, dove la presenza dei conduttori di collegamento limiterebbe l’assorbimento dei raggi luminosi. La posizione posteriore delle lenti aumenta la sensibilità alla luce e il suo assorbimento da parte dell’elemento sensibile, dando la possibilità di ottenere immagini di qualità con pixel di minori dimensioni in un sensore CMOS che risulta più piccolo. I vantaggi offerti dall’illuminazione posteriore rendono i sensori CMOS BSI anche più adatti alle applicazioni di cattura delle immagini in movimento.
Toshiba ha sfruttato appieno i vantaggi offerti dalla tecnologia BSI per realizzare sensori con un passo tra i pixel di 1,12 μm riuscendo a concentrarne 8,08 milioni in un sensore da ¼ di pollice (6,35 mm). Il nuovo sensore offre una luminosità e una definizione delle immagini che permetterà di raggiungere negli smartphone una qualità delle immagini mai vista prima.
Toshiba prevede che i sensori di immagini CMOS di tipo BSI diverranno la tecnologia più diffusa nei dispositivi portatili con applicazioni che spazieranno dai telefoni cellulari alle macchine fotografiche digitali, dagli smartphone ai terminali in formato tablet.
I sensori di immagini CMOS sono uno dei prodotti principali offerti dalla divisione Analogue and Imaging Systems di Toshiba. Il  recente ampliamento e il miglioramento della gamma di sensori CMOS BSI rafforzeranno la capacità dei sensori di Toshiba di soddisfare le aspettative del mercato, che desidera sia prodotti più piccoli, sia prodotti con una risoluzione più elevata.

Caratteristiche principali

  • Formato ottico: 1/ 4 di pollice
  • Numero di pixel: 8,08 milioni di pixel
  • Dimensioni dei pixel: 1,12 micron (millesimi di millimetro)
  • Frequenza di quadro: 30 quadri al secondo (8 M pixel), 60 quadri al secondo (supporta i formati 1080p, 720p)

http://www.toshibacomponents.com/