Anche se la maggior parte degli spettatori non si è accorta del cambiamento, ormai quasi tutti i cinema utilizzano la tecnologia digitale: la pellicola è stata sostituita da un file digitale e la proiezione avviene con dispositivi DLP. Il circuito “The Space”, ad esempio, prevede il completo switch off delle proprie sale entro il marzo 2012 (attualmente il 70% delle sale sono già digitalizzate). Anche le Case di produzione hanno annunciato il passaggio definitivo al digitale; la Fox, ad esempio, ha deciso l’abbandono dei vecchi strumenti di ripresa entro il 2013.
Il cambiamento della tecnologia di ripresa e proiezione sta anche modificando il modo con cui questi contenuti vengono distribuiti, ampliando e modificando il ruolo delle sale cinematografiche che, in futuro, potranno ospitare eventi di natura differente.
Questo, tuttavia, non è l’unico cambiamento in atto. Sempre più spesso, infatti, i contenuti digitali vengono distribuiti via satellite.
L’ESA (l’Agenzia Spaziale Europea) ha contribuito ad aprire la strada al cinema digitale ed elettronico aiutando un consorzio di aziende italiane a sviluppare un sistema sicuro e dai costi contenuti, noto come ISIDE (Innovative Satellite Interactive Digital Entertainment, intrattenimento digitale interattivo innovativo via satellite), per il circuito dei cinema.

Grazie ad ISIDE i gestori delle sale possono consultare un catalogo con centinaia di titoli, ordinare comodamente on-line dalla poltrona del loro ufficio e ricevere le selezioni effettuate via satellite.
Il circuito fornisce assistenza anche per le nuove forme di intrattenimento quali la trasmissione in diretta di eventi sportivi in 3D, o offrendo il teatro virtuale.
La massima qualità degli standard digitali deve essere mantenuta, e ciò comporta la trasmissione di grandi volumi di dati. Un solo film può eccedere i 200Gb – il contenuto di quattro dischi blue ray. Inoltre si devono raggiungere alte velocità di trasmissione, fino a 100Mb al secondo.

Il sistema viene utilizzato nel nostro paese dalle società Microcinema e Opensky.
Microcinema, con oltre 200 cinema collegati in un circuito via satellite, è diventato il leader in Italia per la fornitura di film, contenuti audiovisivi, spettacoli di opera in diretta dai teatri italiani ed europei e supporto ad eventi culturali. Microcinema distribuisce due o tre eventi in diretta al mese, più uno o due film a settimana.
OpenSky distribuisce principalmente film dai maggiori studi cinematografici di Hollywood ed eventi dal vivo in oltre 500 cinema sparsi in tutta Italia, Francia e Germania. La maggior parte dei cinema è attrezzata con ricevitori e proiettori che sono di ultima generazione.
L’opportunità fornita dal progetto ISIDE è stata strumentale per Microcinema, in quanto si è presentata proprio quando la società si stava affacciando sul mercato proponendo possibili servizi da satellite” spiega Silvana Molino di Microcinema.
La fortunata fase pilota del sistema, sviluppata e messa a punto nel 2010 durante il progetto ISIDE, è risultata fondamentale per persuadere i gestori delle sale”.
Secondo Walter Munarini di OpenSky, “Il progetto ISIDE è stato fondamentale per OpenSky per realizzare il primo circuito europeo di cinema digitale capace di ricevere servizi da satellite quali eventi dal vivo e film via satellite, così come la sua evoluzione agli eventi 3D in diretta“.
ISIDE è stato sviluppato attraverso il programma di applicazioni ARTES dell’ESA. Le società coinvolte nel consorzio includono Microcinema, OpenSky, Skylogic e Digital Pictures, con il supporto di BIC Lazio (Business Incubator Centre, Incubatore per lo sviluppo d’impresa) con sede a Roma.
http://www.esa.int/