I ricercatori del MIT Lincoln Laboratory hanno creato un nuovo radar capace di “vedere” attraverso i muri, sfruttando una tecnica analoga a quella delle visione umana: come le onde della luce visibile rimbalzano sugli oggetti e colpiscono la retina nei nostri occhi, nel radar del MIT un sistema di antenne rileva le onde radio emesse dopo che rimbalzano sugli oggetti e da esse ricostruisce le immagini. Questo particolare radar emette le onde radio ad una ben determinata frequenza mediante una serie di trasmettitori RF ed antenne che le irradiano nella direzione desiderata; opportuni amplificatori amplificano il debole segnale di ritorno che attraversa in muri, quindi un computer combina ed analizza i dati ottenuti dai segnali degli amplificatori e ricostruisce, su un display, l’immagine di quanto si trova dietro il muro. Questo eccezionale radar, che un po’ ci ricorda il body-scanner a raggi X, è efficace fino ad una distanza di 18 metri dal muro e fornisce immagini più o meno in tempo reale, in quanto garantisce un refresh di ben 10,8 fotogrammi al secondo.
http://www.ll.mit.edu/