I mutamenti climatici, con le loro conseguenze, preoccupano sempre più, quindi non sorprendono gli sforzi fatti per studiarne le cause. In prima fila, la NASA mette a disposizione un nuovo satellite che, lanciato lo scorso 28 ottobre dalla base californiana di Vandenberg, raccoglierà dati per monitorare i cambiamenti climatici ed effettuare previsioni meteo a breve termine. Il nuovo satellite di osservazione della Terra si chiama NPOESS Preparatory Project (NPP) e nelle prossime settimane sarà sottoposto ad una serie di controlli in orbita prima di iniziare la missione di osservazione della Terra. Il satellite disporrà di sensori Viirs Cris e Atms, che raccoglieranno dati su atmosfera, temperature della superficie del mare, fondali marini, umidità, produttività biologica dell’oceano e della terraferma, nubi e aerosol. Secondo gli intenti della NASA, si tratta del primo passo per la realizzazione di un nuovo sistema di satelliti di osservazione della Terra, nell’ambito del programma NPP voluto per estendere e migliorare la registrazione dei dati attualmente svolta dalla flotta di satelliti Earth Observing System (Eos) che hanno fornito informazioni cruciali sulla dinamica di tutto il sistema Terra.
http://www.noaanews.noaa.gov/