Le spedizioni dei chip di ARM sono salite da 1 miliardo di unità nel 2002 a oltre 25 miliardi nel 2010, e i numeri sono destinati a superare i 150 miliardi di unità entro il 2020: anche per questo motivo, l’azienda britannica i cui chip vengono utilizzati dai maggiori produttori del mondo, ha annunciato la creazione di un centro di progettazione a Hsinchu Science Park nel nord di Taiwan, per sostenere lo sviluppo dei suoi processori per PC portatili e delle unità di elaborazione grafica.
Per il centro di progettazione di Hsinchu, ARM  trasferirà la metà dei dipendenti da altre sedi e assumerà l’altra metà in loco. Il lavoro si concentrerà sulle tecnologie da 28 e 20 nanometri.

Non avremo molti ingegneri, ma nel modo in cui facciamo le cose, riusciremo ad essere efficaci e ci impegneremo a soddisfare i nostri partner“, ha detto il presidente di ARM, Tudor Brown al forum annuale dell’azienda a Taipei. Fra i partner della società compaiono alcune fonderie locali e progettisti di circuiti integrati, come Taiwan Semiconductor Manufacturing Co. (TSMC) e United Microelectronics Corp. (UMC).

Si prevede che il nuovo impianto costituirà un ponte fondamentale tra la comunità di design locale e i centri di ingegneria ARM sparsi in tutto il mondo, considerato che l’industria dei semiconduttori di Taiwan svolge un ruolo importante nell’ecosistema di ARM.
www.arm.com