Con dieci satelliti in orbita, è diventato operativo Beidou (Grande Carro) il sistema di navigazione satellitare cinese. Lo ha annunciato in una conferenza stampa che si è svolta a Pechino Ran Chengqi (direttore del China Satellite Navigation System Management Office) che ha anche fornito ulteriori informazioni sul sistema cinese, il terzo al mondo dopo l’americano GPS ed il russo Glonass. L’attuale copertura del servizio va da una latitudine di  -55° a +55° e da 84° a 160° di longitudine interessando  un’area che va dal sud della Russia all’Australia e dalla regione  autonoma di Xinjiang Uygur ad ovest fino l’Oceano Pacifico ad est.

L’anno prossimo il sistema verrà potenziato col lancio di altri 6 satelliti mentre la copertura globale – che prevede l’impiego di 35 satelliti – verrà raggiunta entro il 2020.
Di pari passo miglioreranno anche le prestazioni che passeranno dagli attuali 25 metri di precisione a meno di 10 metri.
Il sistema di posizionamento satellitare GPS americano è operativo dal 1994 e conta 24 satelliti mentre il russo Glonass – pur essendo stato ultimato nel 1996 – solo recentemente è ritornato operativo dopo varie vicissitudini ed interruzioni del servizio a causa delle turbolenze politiche ed economiche di quel paese.
Entro il 2014 diventerà operativo anche il sistema europeo Galileo che, tra tutti, dovrebbe essere quello più performante anche se Beidou dispone di funzionalità particolari come la possibilità di inviare messaggi brevi di testo.
Per quanto riguarda i ricevitori, la disponibilità di più costellazioni e quindi di più satelliti “in vista” consentirà di disporre di informazioni più precise; è stato calcolato che quando tutti i sistemi saranno operativi, la precisione di qualsiasi ricevitore dovrebbe raggiungere il metro.
Attualmente anche Giappone ed India hanno allo studio un proprio sistema satellitare di posizionamento.
Molti paesi vogliono avere un proprio sistema di navigazione satellitare perché possedere un sistema indipendente è importante per lo sviluppo economico e la sicurezza nazionale“, ha detto Ran Chengqi “Beidou sarà sicuramente “utile” per la difesa nazionale ma il nostro sistema è pensato soprattutto per le applicazioni civili e per questo sarà completamente gratuito” ha concluso Ran invitando le aziende di tutto il mondo a rendere compatibili i propri ricevitori con il sistema Beidou.
www.beidou.gov.cn/