Altera  ha annunciato di aver completato con successo le prove di interoperabilità dei propri FPGA della serie Stratix® V GX con lo switch PCI Express® (PCIe®) ExpressLane™ di PLX® Technology (NASDAQ: PLXT). I componenti Stratix V GX dispongono di blocchi IP PCIe Gen3 di tipo hard e sono gli unici FPGA al momento disponibili in grado di interoperare con uno switch PCIe Gen3.
L’interoperabilità tra gli FPGA a 28 nm a più elevate prestazioni e il primo switch PCIe Gen3 – ha detto Patrick Dorsey, direttore senior del marketing per i componenti di Altera – garantisce una sensibile riduzione dei tempi di sviluppo consentendo agli utenti di focalizzare le loro risorse sulla soluzione dei problemi di progettazione piuttosto che sulla verifica della conformità elettrica tra i dispositivi. I blocchi IP PCIe Gen3 di tipo hard degli FPGA Stratix V permettono di risparmiare risorse logiche, incrementare il throughput e ridurre i consumi di potenza nelle applicazioni avanzate che richiedono prestazioni spinte”.

Gli FPGA Stratix V integrano fino a quattro blocchi IP PCIe Gen3x8 di tipo hard. Tali blocchi supportano diverse configurazioni di canali (x1, x2, x4 e x8) e supportano velocità di trasferimento massime di 8 Gbps per canale (lane): utilizzando la versione x8 di PCIe Gen3 è possibile ottenere un raddoppio del throughput rispetto alla generazione precedente (Gen2) a parità di configurazione.
L’implementazione in hardware dei blocchi IP PCIe negli FPGA Stratix V permette di risparmiare oltre 100.000 elementi logici rispetto a realizzazioni alternative di tipo soft.
I blocchi IP PCIe Gen3x8 di tipo hard integrano lo stack del protocollo PCIe nell’FPGA e includono i moduli transceiver e il livello fisico, del collegamento dati (data link) e delle transazioni. Tali blocchi sono conformi alle specifiche base PCIe Rev. 3.0, 2.x e 1.x.

L’interoperabilità tra gli FPGA Stratix V GX e i nostri switch PCIe Gen3 è un elemento di grande importanza per lo sviluppo di un ecosistema – ha detto David Raun, vice presidente per le attività di marketing e business development di PLX – e siamo soddisfatti che aziende di primo piano come Altera propongano prodotti per PCIe Gen3. Grazie all’introduzione lo scorso anno del primo silicio per PCIe Gen3 e al fatto di essere la prima azienda a produrre swich Gen3, ci troviamo nella posizione ideale per soddisfare le esigenze di questo mercato in rapida espansione”.

PCIe Gen3 è la più recente versione della più diffusa tecnologia di interconnessione a elevata velocità e gli switch realizzati da PLX abbinano funzionalità innovative a un elevato numero di porte per consentire lo sviluppo di server, dispositivi di storage e piattaforme di comunicazioni avanzate e ad alte prestazioni. Il portafoglio di prodotti Gen3 di PLX prevede 11 dispositivi con un numero di canali e di porte compreso rispettivamente tra 12 e 48 e 3 e 18. Tutti questi componenti sono già disponibili, mentre altre configurazioni sono attualmente in fase di sviluppo.
La gamma di dispositivi realizzati da Altera in tecnologia da 28 nm è articolata in numerose famiglie adatte a soddisfare i più diversi requisiti di progetto degli utilizzatori. La società propone ai propri utenti soluzioni nettamente differenziate tra di loro che comprendono le nuove linee di FPGA Cyclone® V, Arria® V e Stratix V®, oltre agli ASIC della famiglia HardCopy® V.
Grazie agli investimenti fatti in area chiave – tecnologia dei transceiver, architettura dei prodotti, integrazione di proprietà intellettuali e tecnologia di processo – queste famiglie di dispositivi permettono di realizzare soluzioni ottimizzate in termini di costi, prestazioni e consumi minimizzando nel contempo tempi e sforzi progettuali.
Ulteriori informazioni si prodotti di Altera nel campo dei dispositivi a 28 nm sono reperibili all’indirizzo: www.altera.com/28nmportfolio