Freescale Semiconductor ha presentato una  reference platform HHH (home health hub) che consentirà ai costruttori di apparecchiature medicali di mettere a punto rapidamente e senza problemi dispositivi ad accesso remoto in grado di raccogliere e trasmettere dati sanitari  lungo connessioni protette per migliorare la gestione dei trattamenti medici.
La reference platform HHH, basata sul processore applicativo i.MX28 di Freescale e su transceiver  ZigBee® e sub-1 GHz, abilita connettività WiFi ed Ethernet protetta a dispositivi remoti muniti di  display come tablet, smartphone o PC dotati di interfacce utente remote specifiche per il settore medicale. Inoltre, la piattaforma può fornire connettività wireless e cablata a dispositivi medicali finali come monitor della pressione arteriosa,  glucometri per il controllo del tasso di glicemia nel sangue, bilance, pulsiossimetri e altro ancora tramite ZigBee, sub-1 GHz, USB, Bluetooth e Bluetooth Low Energy, compresi profili di dispositivi specifici per il settore medicale.

In base a dati OMS, nel mondo vi sono 860 milioni di pazienti affetti da patologie croniche e il 75-85% delle spesa sanitaria è legata al trattamento di patologie croniche. Molti di questi pazienti hanno più di 65 anni, una fascia d’età che, secondo lo U.S. Census Bureau, entro il 2030 rappresenterà il 19% della popolazione statunitense, ovvero 72,1 milioni di individui.
Molti paesi del mondo sono alla continua ricerca del modo di abbattere i costi legati alla cura dei pazienti cronici migliorando nel contempo la loro qualità della vita. Sulla base della reference platform home health hub di Freescale è possibile mettere a punto dispositivi di monitoraggio remoto dei pazienti che evitano così di correre al pronto soccorso, con conseguente risparmio sui costi e migliori risultati per i pazienti.

L’invecchiamento della popolazione sta generando una maggiore domanda di nuove tecnologie e strumenti che garantiscano la tranquillità di spirito ai parenti di persone anziane che vivono in casa” ha dichiarato Steven Dean, responsabile del team Global Healthcare di Freescale, aggiungendo: “Esiste anche l’esigenza di garantire l’accesso alle cure mediche in regioni del mondo periferiche e in fase di crescita per migliorare la qualità della vita di milioni di persone. La nostra nuova reference platform home health hub è stata progettata per semplificare lo sviluppo di dispositivi medicali connessi e permettere ai nostri clienti di soddisfare esigenze in continua evoluzione”.

La reference platform HHH di Freescale presenta una funzionalità completa e può essere utilizzata come base per accelerare la progettazione di dispositivi medicali connessi e abbreviare il “time to market”. La reference platform HHH di Freescale comprende un’ implementazione hardware e i necessari componenti software per fornire connettività protetta pre-validata per dispositivi medicali e interfacce utente.
Disponiamo di tecnologia ormai consolidata per il monitoraggio dei pazienti e la trasmissione dei loro dati lungo una rete cellulare, il che rende possibile l’intervento di un professionista sanitario ed evita al paziente una corsa al pronto soccorso”, ha dichiarato Kent Dicks, fondatore e CEO di MedApps, aggiungendo: “Si tratta di un metodo estremamente efficace”.

Il software della reference platform HHH  è conforme ai profili di dispositivi Continua a garanzia della coerenza e della compatibilità con altri dispositivi medicali certificati da Continua come  monitor della pressione arteriosa, pulsiossimetri e bilance. La piattaforma abilita anche la connessione a  Microsoft HealthVault, un data repository on line caratterizzato da un alto livello di  privacy e sicurezza che consente agli utenti di organizzare, memorizzare e trasmettere i propri dati sanitari.
La reference platform HHH si compone di un aggregatore/scheda gateway basato sul processore applicativo i.MX28 a basso consumo (incentrato sul processore ARM9™) dove girano varie interfacce di connessione a dispositivi medicali finali e che presenta connettività wireless o cablata per un’interfaccia utente remota. E’ compreso anche un sensore di allarme “panico” basato sulla  radio sub- 1 GHz MC12311 di Freescale, dotata di funzionalità PERS (personal emergency response system). Elementi software quali board support package (Linux® e Windows® Embedded Compact 7) ed esempi di codice vanno a completare la reference platform.

Se pensiamo a tutti i vari dispositivi che compongono un ecosistema sanitario, Windows Embedded consente ai nostri partner di servirsi di un’unica piattaforma tecnologica assolutamente sicura”, dichiara Lorraine Bardeen, responsabile marketing di Windows Embedded EMEA di Microsoft, aggiungendo: “La collaborazione con Freescale è strettamente legata a quella che sarà l’evoluzione dei sistemi intelligenti secondo Microsoft, che intende mettere i costruttori di apparecchiature medicali e le aziende sanitarie in condizione di sfruttare interamente il potenziale rappresentato dalla trasmissione di dati sanitari”.
La reference platform HHH è composta da un aggregatore/scheda gateway, un sensore di allarme “panico”, una guida rapida, cavi e software. Freescale ha stretto una partnership con Digi International per commercializzare la reference platform HHH. E’ possibile acquistare il iDigi Telehealth Application Kit tramite Digi International al prezzo di 499 dollari andando sul sito www.digi.com/hhh.
I dispositivi medicali collegati in rete incrementano il livello qualitativo dei trattamenti grazie all’accesso in tempo reale ai dati critici dei pazienti”, ha dichiarato  Frederic Luu, VP of Sales and Marketing, EMEA, Giappone e Asia di Digi International, aggiungendo: “Siamo lieti di collaborare con Freescale per facilitare la messa a punto di prodotti network enabled da parte dei costruttori di dispositivi medicali”.
Per ulteriori informazioni visitare il sito  www.freescale.com/homehealthhub