Maxim ha annunciato oggi il MAX14578E/MAX14578AE, un minuscolo rilevatore di carica in grado di controllare i sistemi per la ricarica delle batterie che utilizzano la porta USB. I nuovi chip sono in grado di rilevare porte USB di tipo SDPs (standard downstream ports), CDPs (charging downstream ports), DCPs (dedicated charger ports) oltre ai dispositivi proprietari di Apple e Sony.
Il MAX14578E/MAX14578AE dopo aver rilevato il tipo di porta utilizzata per la ricarica è in grado di controllare il funzionamento dei ricaricatori per batterie agli ioni di litio (Li-Ion) in modo da ottimizzare sia il tempo che l’efficienza di carica.
Grazie al supporto di una vasta gamma di caricabatterie USB, il MAX14578E/MAX14578AE garantisce di ottenere sempre le prestazioni migliori. Ciò consentirà anche ai produttori di caricabatterie di non fare più uso di cordoni di alimentazione, semplificando i loro prodotti e migliorando l’efficienza della logistica.

Il nuovo chip permette all’utilizzatore di sfruttare una grande varietà di sorgenti di alimentazione” ha affermato Andrew Baker, Director, Business Management presso Maxim Integrated Products. “Con questa grande flessibilità non sarà più necessario ricorrere a caricabatterie dedicati”.

Un regolatore LDO fornisce un’uscita a 5,3V che può essere utilizzata per alimentare un ricetrasmettitore USB; la protezione ESD sui pin dati della porta USB è attiva fino a ± 15 kV e fino a ± 8 kV per le scariche a contatto secondo la norma  IEC 61000-4-2.
Grazie a queste caratteristiche sarà possibile ridurre la complessità circuitale, il numero dei componenti e lo spazio occupato.
Il MAX14578E/MAX14578AE è disponibile in due versioni: WLP package per impieghi molto critici con case in-12 bump, passo 0,4 mm,  e dimensioni di 1,3 x 1,68 millimetri; TQFN package a 16 pin. La temperatura operativa è compresa tra  -40 ° e +85 ° gradi centigradi. Per questo prodotto è disponibile il kit di valutazione specifico  MAX14578EVKit.
www.maxim-ic.com