Ha preso il via la kermesse milanese del Salone del Mobile, assieme alle ormai altrettanto attese manifestazioni del Fuorisalone.

Milano è anche quest’anno al centro dell’attenzione di designer, architetti e creativi che, attraverso una nutrita agenda di eventi, animano gli angoli più disparati della città.

Domus propone l’Open Design Arcipelago, in cui Kickstarter, Makers, Arduino e DIY Drones sono solo alcuni dei nomi che si presentano al grande pubblico attraverso oggetti fisici, idee e suggestioni. Il FabLab di Torino ha al piano terra di Palazzo Clerici un proprio spazio dove tutti sono invitati a FARE e non più a guardare, provando Makerbots, iModela, sistemi professionali di taglio Laser e tantissimi Arduino, shield e Tinker Kit.

Una opportunità unica per vedere in un colpo solo gran parte delle tecnologie che nei prossimi 36 mesi cambieranno il modo di fare e pensare alle cose che dalla produzione di massa stanno approdando alla produzione sostenibile e “on demand”. Se una Makerbot che stampa cioccolatini sabomati vi colpisce, che dire della stampante 3D che fabbrica sedie di Dirk Vander Kooij?

Alla Rinascente è invece di scena il mondo degli hacker, makers e tinkerers, che da martedì a sabato potranno sbizzarrirsi in una serie di laboratori e performances creative animate da technologywillsaveus.org, forma fantasma.com o gli astronauti di “we colonie the Moon”. Hacked: 100 hours of rebellious imagination è lo spazio ricavato nel piano interrato, già sede di gustosi oggetti di design, quello dei Makers e Hakers alla Rinascente è una sorpresa che affianca il più pubblicizzato “The future in the Making” e che invitiamo a visitare per le sue inattese peculiarità creative.