I sensori di movimento e i microcontrollori della STMicroelectronics sono l’equivalente dei sensi e del cervello dell’uomo per il casco per bicicletta provvisto di airbag inventato dalla Hövding, società svedese di progettazione. La combinazione di design innovativo e di elettronica d’avanguardia ha prodotto un apparecchio di sicurezza, a disposizione dei ciclisti e unico sul mercato, con forma e dimensioni particolarmente innovativi.

Studi internazionali dimostrano che i caschi per bicicletta possono ridurre almeno del 60% i danni causati da incidenti. Quattro persone su 10 tra coloro che muoiono in seguito ad incidenti ciclistici sarebbero sopravvissute se avessero indossato un caschetto. Nonostante queste statistiche allarmanti, la grande maggioranza dei ciclisti non indossa alcun tipo di casco per i più svariati motivi: li reputano ingombranti, scomodi da trasportare o poco eleganti da indossare.

L’equipaggiamento della Hövding affronta con successo sia gli aspetti pratici sia di sicurezza dei caschi per bicicletta. A differenza delle tradizionali conchiglie a protezione del cranio, il casco “invisibile” è una specie di collare che si porta attorno al collo e che contiene al suo interno un airbag. In caso di incidente, i sensori di movimento della ST percepiscono i movimenti anomali del ciclista e inviano un segnale all’airbag, che si gonfia in un decimo di secondo creando una sorta di cappuccio che avvolge e protegge quasi tutta la testa e il collo del ciclista, senza però ostruirne il campo visivo.

I sensori integrati nel collare rilevano il movimento sia lineare sia angolare nelle tre dimensioni e riconoscono i movimenti complessi dell’utente con estrema precisione e rapidità. Per determinare una possibile condizione di incidente, il sistema di sensori utilizza sofisticati algoritmi definiti a partire da un database di specifici schemi di movimento registrati simulando centinaia di possibili incidenti, oltre alle normali condizioni di uso di una bicicletta.

L’elettronica nel casco della Hövding è gestita da un microcontrollore STM32 – un chip di controllo potente, flessibile e affidabile che garantisce che tutto funzioni in modo sicuro con un dispendio minimo di energia. Fra le famiglie di microcontrollori basati su ARM Cortex M più ampie del settore, la famiglia STM32 della ST comprende oltre 300 dispositivi con diverse configurazioni di memoria, un ampio set di periferiche, un eccellente consumo di energia e il miglior ecosistema di sviluppo del settore.

Anna Haupt, fondatore e inventore della Hövding, ha affermato: “Nelle applicazioni per la salvaguardia della vita umana, non si deve accettare alcun compromesso sulla scelta delle tecnologie che le supportano. I microcontrollori e i sensori della ST, leader di mercato, hanno prestazioni imbattibili e consumi di potenza veramente ridotti al minimo. Sono perfettamente adeguati ai nostri rigidi requisiti di progettazione. Incoraggiati dal successo di questa collaborazione, stiamo esplorando ulteriori opportunità con la ST, per migliorare i caschi della prossima generazione.

Benedetto Vigna, Executive Vice President e Direttore Generale del Gruppo Analogici, MEMS e Sensori della STMicroelectronics, ha detto: “Il casco della Hövding è un esempio eccellente di come sia possibile combinare tecnologia e design d’avanguardia e contribuire così al benessere delle persone. La decisione della Hövding di utilizzare i nostri sensori e chip di controllo conferma la nostra leadership nel settore e il ruolo abilitante che abbiamo nello sviluppo di applicazioni innovative che utilizzano le nostre tecnologie a vantaggio di tutta la società.”
www.hovding.com
www.st.com