Anritsu annuncia l’introduzione di due nuove opzioni software per il proprio Signaling Tester MD8475A, che permettono di aggiungere il test delle funzioni dei servizi IMS (IP Multimedia Subsystem) e ETWS (Earthquake and Tsunami Warning System) per gli smartphone LTE attraverso l’aggiornamento del package “SmartStudio” e il rilascio di una nuova opzione Extended CSCF (Call Session Control Function).

Queste nuove funzioni permettono il collaudo e la verifica della fruizione dei nuovi servizi da parte dell’utente e favoriscono l’introduzione di dispositivi mobili e smartphone LTE che supportano i servizi IMS ed ETWS. Questo nuovo rilascio amplia il portafoglio strategico di soluzioni di collaudo di Anritsu finalizzate allo sviluppo e alla implementazione delle reti LTE.

Il Signaling Tester MD8475A è un simulatore di stazione base che integra tutte le funzionalità hardware e software necessarie per supportare una gamma completa di tecnologie di comunicazione mobile, tra cui LTE, W-CDMA, GSM/GPRS e così via. Il software SMARTStudio MX847570A per MD8475A mette a disposizione una GUI di uso particolarmente semplice per l’impostazione dei parametri relativi a ciascun test di comunicazione. Con questa nuova release, Anritsu ha ulteriormente incrementato la funzionalità del software tramite l’aggiunta della funzione CSCF Server per il controllo di servizi IMS quali VoLTE (Voice over LTE) e SMS over IMS, così come della funzione Public Warning Service Center per il controllo dei servizi ETWS.

Oltre all’aggiornamento di SmartStudio, l’installazione dell’opzione Extended CSCF di recente sviluppata consente la generazione intenzionale sia di condizioni di stato anomale – come ad esempio nessuna risposta della rete ed errore del server – sia di condizioni di stato quasi normale – come ad esempio nessuna risposta da parte della persona richiesta o persona richiesta occupata – che rappresentano le condizioni essenziali per il collaudo dei servizi IMS degli smartphone. Quando si verificano problemi di comunicazione nelle prove sul campo delle attuali reti LTE, questa funzione può rappresentare un valido ausilio nella ricerca guasti in quanto permette di individuare se la causa è imputabile alla rete o al dispositivo.
www.anritsu.com