National Instruments ha rilasciato sei moduli Drivven della Serie C per il controllo motore che offrono ai ricercatori canali di I/O robusti, modulari e specifici per il motore per l’interfacciamento con gli attuatori e con i sottosistemi di motori a combustione interna. Tramite questi moduli, programmabili in LabVIEW FPGA, tecnici e ingegneri possono prototipare algoritmi di controllo motore senza dover creare hardware custom o eseguire lunghe modifiche del codice.

Il Modulo Direct Injector di Drivven ci ha permesso di far funzionare correttamente l’iniettore piezoelettrico in pochissimo tempo”, ha affermato Jason King ingegnere capo per i motori a benzina della società Ricardo. “Abbiamo realizzato nuove strategie di iniezione grazie al fatto che Drivven gestisce agevolmente gli aspetti del controllo. Il rapporto costo-funzionalità dei prodotti Drivven è superiore rispetto agli altri prodotti presenti sul mercato.”

Caratteristiche dei moduli Drivven della Serie C:

  • i moduli della Serie C permettono agli sviluppatori di sistemi di controllo power train di prototipare rapidamente interfacce per i sensori del motore e degli attuatori tramite NI LabVIEW FPGA Module.
  • I moduli plug-and-play della Serie C dispongono di I/O flessibili per cambiare interfacce motore in pochi secondi.
  • Il software di progettazione LabVIEW permette ai ricercatori una flessibilità nella gestione dei parametri del motore, quali i tempi di accensione e iniezione.
  • Driver LabVIEW FPGA: È possibile regolare facilmente i tempi di iniezione e i parametri software tramite un linguaggio di programmazione intuitivo e aperto.
  • I/O modulari: Prototipazione rapida di tutti gli I/O necessari per la produzione di controller per motori.

Maggiori informazioni sui moduli della Serie C di Drivven sono disponibili ai seguenti link: