Toshiba Electronics Europe (TEE) aggiunge il modello TC35896WBG, con protezione elettrostatica ed elettromagnetica integrata, alla famiglia di espansori di I/O miniaturizzati a bassa potenza che semplificano l’ampliamento di sistemi che hanno risorse limitate e l’aggiunta di ingressi/uscite all’esterno della scheda. Il circuito integrato TC35896WBG permette di  collegare al sistema host fino a 20 contatti universali di ingresso/uscita (GPIO), 96 connessioni di tastiera e tre canali PWM, utilizzando un’interfaccia I2C a 2 fili e un collegamento di interrupt (IRQ). L’impiego del dispositivo come slave I2C riduce al minimo gli sforzi di integrazione e permette ai progettisti di effettuare compiti supplementari senza dover utilizzare un microcontrollore più costoso dotato di un maggior numero di piedini. L’uso del chip TC35896WBG per collegare ingressi e uscite esterni scheda può contribuire a semplificare la circuiteria, ridurre costi e ingombro, aumentare l’affidabilità e ridurre le interferenze elettromagnetiche. Realizzato in un contenitore CSP (Chip-Scale Package) da 2,5 mm x 2,5 mm, l’espansore occupa pochissimo spazio sul circuito stampato.

Oltre a estendere la famiglia di espansori di I/O Toshiba che ora è composta da cinque modelli, il nuovo TC35896WBG integra su chip la protezione elettrostatica e la protezione elettromagnetica. La prima, con scarica di contatto da 8 kV (15 kV in aria), rispetta la norma IEC 61000-4-2 Livello 4 e soddisfa abbondantemente la norma JEDEC JESD22.

Un’attenuazione migliore di -3 dBm a 100 MHz impedisce alle radiazioni elettromagnetiche di interferire con i componenti più sensibili presenti nelle vicinanze. Altri dispositivi della stessa famiglia hanno anch’essi tre canali PWM e 96 ingressi per tastiera ed offrono 20 o 24 contatti GPIO e funzioni accessorie come manopole, tasti di reset e collegamento diretto di tasti, il tutto in un contenitore BGA di dimensioni fino a 3,5 mm x 3,5 mm. Uno dei dispositivi è anche disponibile in un contenitore QFP44.
I collegamenti per tastiera permettono al dispositivo TC35896WBG di monitorare una tastiera esterna con matrice fino a 8 x 12 tasti. I tre canali PWM possono essere utilizzati per attività di attenuazione e ottimizzazione della retroilluminazione a LED o semplicemente per controllare il motore di vibrazione in uno smartphone. I segnali PWM possono funzionare autonomamente senza l’intervento della CPU principale, il che può contribuire a risparmiare cicli di elaborazione ed a semplificare la gestione della potenza, consentendo un più esteso impiego delle modalità di sospensione. I 20 canali GPIO possono essere utilizzati per svariate funzioni, come la generazione di segnali di reset o di abilitazione. Il sistema host configura opportunamente il TC35896WBG attraverso l’interfaccia I2C.
www.toshiba-components.com