È stata presentata oggi, durante la prima giornata di NIWeek, la versione 2012 di LabVIEW, il software di progettazione grafica di sistemi al centro dell’ecosistema di National Instruments che consente, unitamente ai prodotti hardware della società di Austin, di aumentare la produttività e di rendere più veloce lo sviluppo di qualsiasi sistema di misura e controllo.

Caratteristica principale di LabVIEW 2012 è l’integrazione di una serie di esempi pronti all’uso (template e sample projects) modificabili dall’utente ed utilizzabili come elementi di base per la realizzazione di programmi più complessi. Gli esempi rendono ancora più veloce l’apprendimento del codice e consentono di migliorare la stesura dei programmi e la documentazione degli stessi.

I template e i progetti d’esempio – con funzioni pronte all’uso per una vasta gamma di applicazioni – sono accompagnati da un’approfondita documentazione che consente all’utente di migliorare la qualità del proprio lavoro, evitando il cosiddetto “codice spaghetti”, per sviluppare sistemi di misura e controllo in grado di offrire scalabilità futura.

Al fine di rendere più flessibile l’apprendimento di LabVIEW, l’edizione 2012 prevede la possibilità, per quanti dispongono di un programma di assistenza software, di accedere ai corsi on-line Core 1, 2 e 3 in qualsiasi momento della giornata. Si tratta di un’alternativa economica ai corsi in aula, con moduli formativi multimediali che coprono gli stessi argomenti dei corsi tradizionali con quiz interattivi, esercizi e soluzioni. Un nuovo modo anche per rimanere aggiornati o per preparare rapidamente un esame di certificazione.

Ma LabVIEW 2012 non offre solo questo: l’elenco delle nuove funzioni è ricco e articolato, comprese quelle orientate al mondo “mobile”; a tutto ciò bisogna aggiungere una maggior stabilità, nuovi strumenti di analisi e simulazione di sistemi, ottimizzazioni nel campo della produttività e della gestione dati. Miglioramenti che in molti casi provengono direttamente dai feedback degli utilizzatori.

In ultima analisi LabVIEW 2012 offre architetture applicative progettate per far risparmiare tempo, garantire la scalabilità e ridurre i costi di manutenzione supportando un ampio portfolio di piattaforme hardware a conferma del continuo impegno di National Instruments finalizzato allo sviluppo di sistemi all’avanguardia.

Realizzare rapidamente un sistema è importante, così come realizzarlo correttamente – questo implica l’utilizzo di architetture solide e pratiche di sviluppo consolidate,” afferma Dr. James Truchard, Presidente, CEO e co-fondatore di National Instruments. “Le nuove caratteristiche e risorse di LabVIEW 2012 promuovono la formazione e incentivano lo sviluppo di pratiche per consentire ai clienti di fornire sistemi ad alte prestazioni ed elevata qualità, in meno tempo e riducendo i costi di sviluppo e manutenzione.”
http://www.ni.com/labview/whatsnew/i/