Microchip annuncia l’ampliamento del proprio portafoglio di SRAM seriali con quattro nuovi dispositivi caratterizzati dai maggiori livelli di densità e velocità attualmente in commercio.  I nuovi prodotti rappresentano anche le prime SRAM seriali con funzionamento a 5V, tensione ampiamente utilizzata nelle applicazioni automotive e industriali.  Questi dispositivi SPI low-cost da 512 Kb e 1 Mb vantano i consumi più bassi del portafoglio e sono offerti in package a 8-pin.  Grazie al protocollo quad-SPI – o SQI™ – le nuove SRAM raggiungono velocità di 80 Mbps e operano con tempi di ciclo di scrittura prossimi allo zero, garantendo il trasferimento dati quasi istantaneo necessario per gestire funzioni grafiche, di data buffering, di data logging, di visualizzazione, matematiche, audio, video e numerose altre operazioni data-intensive.

Grazie alla loro batteria di backup, altri due nuovi membri della famiglia – le versioni 23LCV512 e 23LCV1024 – offrono la soluzione economicamente più conveniente attualmente in commercio per quanto riguarda le RAM non volatili con durata illimitata: il tutto, con costi significativamente inferiori rispetto a qualsiasi altra RAM non-volatile. Con un throughput dual-SPI (SDI) di 40 Mbps e correnti di riposo e di funzionamento estremamente basse, queste NVSRAM seriali garantiscono funzionamenti ad alta velocità  evitando le elevate piedinature tipiche delle NVSRAM parallele e consumi di potenza comparabili a quelli delle FRAM, a una frazione del prezzo.  Tali caratteristiche vanno a vantaggio delle applicazioni che richiedono – oltre a una memorizzazione non volatile – una durata illimitata e cicli di scrittura istantanei, quali ad esempio i contatori, le scatole nere e numerosi altri apparati di registrazione dati.

Rispetto all’adozione di processori o microcontrollori più potenti, queste nuove SRAM da 1 Mbit consentono ai progettisti di prodotti embedded di integrare una quantità maggiore di RAM a fronte di un costo nettamente inferiore; il tutto, con consumi e pin count più contenuti in confronto alle SRAM parallele.  La presenza di una SPI permette alle nuove SRAM di supportare il trend che sta privilegiando l’adozione delle interfacce seriali. In tale contesto il mercato EEPROM si è ormai completamente spostato verso le interfacce seriali mentre il mercato Flash sta rapidamente compiendo questa transizione per evitare gli elevati livelli di costo, di occupazione su scheda e di consumo tipici dei dispositivi paralleli.

Tutti e sei i dispositivi della nuova famiglia di SRAM seriali sono disponibili in package SOIC, TSSOP e PDIP a 8-pin con densità di 512 Kbit o 1 Mbit.  I quattro prodotti volatili – 23A512, 23LC512, 23A1024 e 23LC1024 – sono attualmente offerti in campionature e in volumi di produzione: le due versioni non-volatili – 23LCV512 e 23LCV1024 –  sono previste in lotti di campionatura e di produzione entro ottobre.
http://www.microchip.com/get/PT2P