STMicroelectronics ha annunciato un nuovo giroscopio per applicazioni avanzate di rilevazione del movimento che ha le caratteristiche in assoluto migliori come compattezza, consumi energetici e prestazioni.

Il giroscopio L3GD20H misura solo 3×3 mm per 1 mm di altezza – il più piccolo oggi disponibile – mentre i collaudati processi di produzione dei MEMS di ST assicurano una qualità straordinaria ai volumi di produzione più elevati del settore. Con dimensioni volumetriche quasi dimezzate rispetto a quelle del suo predecessore, ma con prestazioni ancora migliori in termini di risoluzione, accuratezza, stabilità e velocità di risposta, il nuovo dispositivo permette di realizzare meccanismi di rilevazione ancora più piccoli da integrare negli smart gadget e in altri dispositivi di elettronica di consumo, tra cui cellulari, tablet, console di gioco, fotocamere digitali e strumenti industriali.

Le dimensioni ultracompatte del giroscopio rendono inoltre più vicini alla realizzazione alcuni progetti sperimentali, ad esempio nel campo dei dispositivi elettronici indossabili. Uno di questi è il prototipo di tuta intelligente con cui ST, all’inizio del 2012, ha presentato la ricostruzione inerziale dei movimenti del corpo, una tecnologia che permette di potenziare le applicazioni di realtà aumentata, le attrezzature di allenamento sportivo o le terapie mediche.

I sensori miniaturizzati e a basso consumo come il nuovo L3GD20H permettono di incorporare componenti elettronici intelligenti in dispositivi portatili sempre più piccoli e sottili, oppure in capi di abbigliamento e attrezzi sportivi, creando nuove opportunità per la realizzazione di prodotti e servizi nuovi e affascinanti,” ha dichiarato Roberto De Nuccio, Business Development Manager della divisione Motion MEMS della ST. “Questa nuova generazione di MEMS minuscoli offre grandi vantaggi non solo per le applicazioni in forti volumi destinate agli smartphone e ai tablet, ma anche per applicazioni emergenti come le protesi artificiali, gli strumenti medicali, i sistemi di tracciamento delle merci e gli utensili elettrici per uso domestico o industriale.”

I giroscopi MEMS della ST, così come gli accelerometri, i magnetometri e i moduli inerziali iNEMO™, consentono di realizzare prodotti e applicazioni innovative come le interfacce utente sensibili al contesto, la realtà aumentata, i giochi cinetici e una serie di soluzioni industriali, tra cui le tecnologie di tracciamento dei container o i meccanismi di arresto di emergenza. Secondo le stime di IHS iSuppli del febbraio 2012, il mercato dei dispositivi MEMS alla base di queste applicazioni crescerà complessivamente di oltre due volte entro il 2015, arrivando a circa 4,25 miliardi di dollari. All’interno di questo mercato, la parte rappresentata dai giroscopi a 3 assi – come il nuovo L3GD20H – ammonterà a oltre 900 milioni di dollari.

Oltre a consentire la miniaturizzazione avanzata dei prodotti, l’L3GD20H della ST permette di conservare più a lungo la carica delle batterie assorbendo il 25% di corrente in meno rispetto alla generazione di dispositivi precedente. Il giroscopio L3GD20H è inoltre pronto ad entrare in azione in appena un quinto del tempo impiegato dai modelli precedenti, consentendo alle applicazioni di offrire un’esperienza d’uso nettamente superiore. Infine, il rumore generato dal giroscopio è inferiore del 60%, una caratteristica che semplifica la progettazione hardware e software e velocizza le comunicazioni con il sistema host, con conseguenti vantaggi per le prestazioni delle applicazioni.

Il nuovo giroscopio utilizza una struttura di registri analoga a quella del suo predecessore (L3GD20); ciò significa che i progettisti possono riutilizzare facilmente il codice software esistente e ridurre così il “time to market” e i costi di sviluppo. Un altro vantaggio per i progettisti è rappresentato dall’ambiente di sviluppo Sensor Fusion della ST.
www.st.com