Oggi vogliamo fare qualcosa che non sia solo un ennesimo test di stampa, ma che sia anche utile e per questo da Thingiverse abbiamo scaricato il Dragon Fan Cooler: una gustosa testa di dragone che è stata modellata per fare da condotto per raffreddare le stampe. Partiamo dal PLA neutro, avendolo già nell’estrusore, ma non ci accontenteremo di uno dei nostri colori disponibili e questa volta ci spingeremo nel campo della verniciatura.

Impostiamo come parametri di stampa dei valori normali, senza forzare né l’asse Z, né alterando il diametro dell’estrusore. Per non avere sorprese impostiamo anche 4 perimetri di Brim e con attenzione verifichiamo che il primo strato aderisca bene sul piano di stampa.

Il tempo previsto per testa di drago e supporto opzionale è di circa 45 minuti e al decimo strato facciamo partire manualmente la nostra ventolina per avere una stabilità dimensionale ottimale durante la stampa.

Al termine ci siamo presi la briga di dare una bella verniciata con uno spray di tipo metallizzato, color ottone un po’ carico, ed il risultato è quello che vedete: molto “trash”, ma anche a tema con il nome della nostra stampante. Visto il risultato, abbiamo fatto partire una seconda stampa identica perché siamo certi che qualcuno in redazione vorrà adottare lo stesso sistema di raffreddamento.

Questo è uno dei tanti modi per godersi una stampante 3D: creare e aggiungere nuovi oggetti alla struttura passando dal modello su web a oggetto fisico nel giro di poco tempo.