Da oltre 30 anni Freescale collabora con istituti universitari per offrire le risorse e soluzioni necessarie per far avanzare l’istruzione superiore nonché sponsorizzazioni per favorire l’esperienza pratica. A tale proposito, Freescale ha stretto accordi di collaborazione con 650 università a livello mondiale contribuendo a incrementare le future possibilità lavorative degli studenti.

Nel nostro paese, per il secondo anno consecutivo, Freescale mette a disposizione degli studenti del Politecnico di Torino un laboratorio didattico fornito della più avanzata tecnologia Freescale in tema di processori applicativi e per applicazioni multimediali che consentirà, tra l’altro, agli studenti del Politecnico di Torino di partecipare alla Freescale Cup.

ll laboratorio didattico per sistemi embedded di Freescale Semiconductor è stato studiato per applicazioni industriali, automobilistiche, medicali e consumer e potrà avvalersi delle tecnologie Freescale più recenti per supportare e favorire l’apprendimento degli studenti del ramo ICT.

Situato nel cuore della “motor valley” italiana, il Politecnico di Torino è a stretto contatto con le case automobilistiche e i loro principali fornitori. I risultati accademici raggiunti nella tecnologia automobilistica sono riconosciuti in Italia e nel mondo.

Il laboratorio è fornito di schede di sviluppo i.MX53 Quick Start per consentire agli studenti che si occupano di sistemi operativi embedded di utilizzare tecnologia all’avanguardia in fase di apprendimento e sviluppo di applicazioni relative all’interfaccia uomo-macchina (HMI) nel settore automobilistico.

Il secondo laboratorio didattico per sistemi  embedded presso il Politecnico di Torino è il frutto della stretta collaborazione con il Dipartimento di Automatica e Informatica”, afferma Flavio Stiffan, responsabile dei programmi universitari EMEA di Freescale, aggiungendo: “Il rapporto di collaborazione sempre più stretto con il Politecnico di Torino mette a disposizione degli studenti un ambiente di apprendimento motivante basato su tecnologia d’avanguardia e in grado di fornire loro la migliore preparazione alla futura professione in campo ingegneristico. Oltre all’utilizzo dei laboratori didattici, il Politecnico di Torino parteciperà anche all’edizione 2012/2013 della Freescale Cup, dove gli studenti avranno la possibilità di applicare quanto hanno appreso durante i corsi alla messa a punto di auto da corsa intelligenti”.

Gli studenti dei master in ingegneria informatica e meccatronica avranno la possibilità di mettere in pratica quanto hanno appreso durante il corso “Sistemi operativi per sistemi embedded” e le schede di sviluppo i.IMX53 Quick Start saranno un ottimo banco di prova basato su tecnologia estremamente avanzata”, ha dichiarato il Prof. Massimo Violante, responsabile del laboratorio didattico presso il Politecnico di Torino.

Specialisti Freescale saranno disponibili per lezioni teoriche ed esperienze pratiche all’interno del Politecnico per fornire agli studenti gli approfondimenti tecnici che integreranno la preparazione alla futura carriera professionale.
www.freescale.com