Maxim Integrated ha annunciato la disponibilità di due nuovi convertitori A/D (ADC) a 16 bit con range di ingresso bipolare di ±5V. I nuovi MAX11166 e MAX11167, disponibili in un package di area pari a 9 mmq, sono i soli convertitori A/D in contenitore a 12 pin che integrano un riferimento interno con buffer, rendendo possibile ridurre i costi e diminuire almeno dell’88 % gli ingombri rispetto ad analoghi prodotti presenti sul mercato. Questi ADC ad elevato grado di integrazione sfruttano la tecnologia ‘Beyond-the-Rails™ che supporta un segnale di ingresso di ±5V operando con una singola alimentazione positiva di 5V. Questa tecnologia permette quindi di eliminare il ricorso ad alimentatori con uscita negativa e semplifica la progettazione. Caratterizzati da un consumo pari a 19,5 mW quando la velocità di campionamento è pari a 500 ksps (1µA in modalità shutdown), questi nuovi convertitori A/D sono adatti all’uso per applicazioni di misure di precisione in sistemi di acquisizione dati (DAS), sistemi per controllo industriale/controllo di processo, strumentazione medicale e apparecchiature di collaudo automatico (ATE – Automatic Test Equipment).

I dispositivi MAX11166 e MAX11167 comunicano utilizzando un’interfaccia seriale SPI-compatibile a livelli logici di 2,5 V, 3 V, 3,3 V, o 5 V e sono caratterizzati da velocità di campionamento pari rispettivamente a 500 ksps (kilo-sample per second) e 250 ksps. L’interfaccia seriale può essere usata per connettere in modalità “daisy-chain” più convertitori A/D in applicazioni che richiedono un campionamento simultaneo su più canali: è anche previsto un indicatore opzionale di “busy” per semplificare la temporizzazione e la sincronizzazione del sistema. L’architettura a pompa di carica d’ingresso brevettata da Maxim consente il campionamento diretto di sorgenti ad alta impedenza. In questo modo viene eliminato il ricorso a buffer analogici esterni altrimenti necessari, in alcune applicazioni, per pilotare gli ingressi del convertitore A/D.

Principali vantaggi

  • Elevato grado di integrazione: si tratta dei convertitori A/D a 16 bit nel package di più ridotte dimensioni (9 mmq), con riferimento integrato e buffer, in grado di effettuare misure bipolari a ±5V sia inferiori sia superiori rispetto a massa utilizzando la tecnologia Beyond-the-Rails;
  • Eccellenti prestazioni analogiche: il rapporto segnale rumore (SNR) di 92,6dB garantisce il supporto di applicazioni caratterizzate da un elevato range dinamico ed elevata linearità integrale e differenziale (INL ± 0,5LSB, DNL ±0.2LSB – valori tipici), che assicurano precisione nelle misure a fronte di consumi pari a circa la metà rispetto a quelli dei migliori prodotti della concorrenza;
  • Semplicità di progettazione: il riferimento di tensione di precisione integrato con buffer di riferimento e l’ingresso ad alta impedenza permettono di ridurre costi e ingombri.

Maxim è l’unica società a rendere disponibile un riferimento interno in un convertitore A/D bipolare a 16 bit di dimensioni estremamente ridotte” – ha detto Martin Mason, Executive Director per le attività di ADC Business Management di Maxim Integrated. “Grazie all’integrazione del riferimento ed agli ingressi bipolari in un contenitore di piccolissime dimensioni i progettisti possono ridurre consumi, spazio e costi associati all’uso di componenti esterni.”

In precedenza per la misura di un segnale bipolare gli ingegneri dovevano utilizzare un gran numero di circuiti esterni” – ha commentato Susie Inouye, Direttore ricerca di Databeans. “I nuovi MAX11166 e MAX11167, grazie alle ridotte dimensioni, all’ampio range di ingresso ed alla presenza del riferimento interno, permettono ai progettisti di semplificare notevolmente i loro design.”

I nuovi dispositivi vengono offerti in un robusto package TDFN a 12 pin (3 mm x 3 mm), ingressi a ±5V, due opzioni per la velocità di campionamento: 250 e 500 kbps e intervallo di temperature di funzionamento compreso tra -40 °C e +85 °C.

www.maximintegrated.com