BionicOpter

Dopo SmartBird, il bellissimo e realistico gabbiano robot proposto tempo fa, Festo, la multinazionale tedesca dell’automazione, propone ora un nuovo robot volante altrettanto realistico e affascinante: BionicOpter, una libellula in fibra di carbonio del peso di appena 175 grammi. Un altro esempio di quanto si sia spinta avanti la miniaturizzazione di sensori e attivatori.

Guarda il video diffuso da Festo:


YouTube

La libellula, che dispone di movimenti con 13 gradi di libertà, è lunga 44 cm mentre l’apertura delle ali in fibra di carbonio è di 63 centimetri.  Un motore brushless ed otto servomotori controllano il movimento e la forma delle ali il cui battito può variare tra 15 e 20 Hz. Modificando la forma del corpo e della testa (mediante 4 fili metallici a memoria di forma-SMAs), nonché quella delle ali, la libellula può muoversi in avanti, indietro, restare ferma a mezz’aria, e compiere una serie di evoluzioni molto simili a quelle dell’insetto reale. Una capacità di movimento superiore anche a quella che un velivolo che metta insieme le prestazioni di un elicottero, di un aereo e di un aliante.

Il tutto viene controllato da un processore ARM assistito da una serie di accelerometri e sensori di posizione della Inertia. L’alimentazione è fornita da 2 LiPo da 7,6 volt e la connessione radio col sistema di controllo avviene a 2,4 GHz; la libellula può essere “pilotata” sia da un radiocomando tradizionale che mediante uno smartphone.

Guarda in questo video come funziona la struttura meccanica interna:


YouTube

Il ridotto peso complessivo (appena 175 grammi) dipende anche dai materiali utilizzati per le ali (aste in fibra di carbonio e superfici in poliestere) e per il corpo (alluminio, poliammide e ABS speciale).

www.festo.com