Corona_Block_Diagramm

Una delle soluzioni utilizzabili per ridurre le dimensioni dei moduli di I/O dei PLC consiste nel diminuire il numero dei canali digitali che necessitano di isolamento. Combinando tre diversi prodotti Maxim, tra cui un driver per trasformatori, il progetto Corona consente appunto di ridurre il numero dei canali isolati ed elimina la necessità di parti ad alto consumo come optoisolatori ed altri componenti discreti. Queste semplificazioni permettono di diminuire del 16% i consumi, del 38% le dimensioni della soluzione e del 23% i costi. I dispositivi Maxim utilizzati nel progetto Corona sono stati progettati specificamente per gli ambienti industriali gravosi, caratterizzati da una gamma di temperature operative compresa tra -40 °C e +125 °C, e sono pertanto ideali per l’impiego nei PLC ed in altre applicazioni di automazione.

Principali vantaggi

Integrazione analogica: consente di ridurre a quattro il numero dei canali isolati e, grazie all’isolatore digitale di Maxim, di eliminare gli optoisolatori. Ottimizzati per progetti a 16, 24 e 32 canali, i bus SPI del serializzatore degli ingressi digitali possono essere collegati in daisy-chain per diminuire ulteriormente il numero dei canali isolati, ottenendo una maggiore semplificazione.
Minor consumo: la soluzione offre i valori di consumo più bassi della propria categoria, impiegando il 16% di potenza in meno rispetto all’approccio tradizionale
Minor costo: Corona impiega 38 componenti in meno rispetto a un progetto tradizionale, creando così una soluzione integrata meno costosa
Minori dimensioni: la nuova architettura riduce del 51% il numero dei componenti rispetto a un progetto tradizionale

I prodotti integrati nel progetto Corona

MAX31911: traslatore/serializzatore di ingressi digitali a otto canali, per applicazioni industriali, offre il consumo più basso della propria categoria e consente di ridurre il numero dei componenti sulla scheda

MAX14850: isolatore digitale a sei canali caratterizzato da basso consumo e  prestazioni stabili alle alte temperature, è certificato in conformità alle norme di sicurezza UL1577, CSA e IEC 60747-5-2. Rimpiazza gli optoisolatori, la cui vita operativa è limitata dai LED, con una soluzione che dura cinque volte di più

MAX13256: driver a ponte H per trasformatori, per tensioni fino a 36 V, semplifica i progetti che impiegano una alimentazione isolata

L’assorbimento di corrente del dispositivo MAX31911, facente parte del progetto Corona, è inferiore fino all’80% rispetto a quello dei prodotti concorrenti,” ha affermato Tony Partow, Senior Business Manager presso Maxim Integrated. “Prestazioni come questa dimostrano la nostra competenza nell’integrazione analogica e la qualità delle nostre tecnologie allo stato dell’arte per la fabbricazione di semiconduttori ad alta tensione. Corona è un esempio di come i nostri progetti di riferimento consentano di accelerare il processo di progettazione, offrendo al contempo soluzioni innovative.”

Il progetto di riferimento completo è disponibile su una scheda Pmod™ di 90 mm x 20 mm.

www.maximintegrated.com