MW82119A

Anritsu introduce tre opzioni di frequenza per il suo PIM Master MW82119A, l’unico analizzatore di PIM portabile e ad alta potenza, alimentato a batteria. Con queste nuove opzioni, gli ingegneri e i tecnici che lavorano sul campo potranno usufruire di un apparecchio portatile in grado di eseguire misurazioni PIM anche nelle bande LTE 800 MHz e 2.600 MHz, e nella banda UMTS 2.100 MHz.

L’intermodulazione passiva (PIM) è un problema significativo per l’LTE, soprattutto quando vengono attivate contemporaneamente le nuove frequenze di diversi operatori in siti adiacenti o nello stesso sito, o nei vecchi siti dove sono già in funzione le tecnologie 2G e 3G. Le nuove opzioni sono state specificatamente sviluppate per tutte le bande assegnate alla rete LTE in Europa, per aiutare gli operatori a minimizzare le interferenze PIM che possono causare un basso throughput di dati, e quindi una bassa qualità del servizio percepito dagli utenti. Assieme al funzionamento a batteria, le dimensioni compatte e la possibilità di eseguire test PIM a 40 W, le nuove opzioni fanno del PIM Master MW82119A lo strumento ideale per l’implementazione, l’installazione e la manutenzione delle reti LTE che utilizzano soluzioni RRH (Remote Radio Head) sulle torri oltre che per le installazioni tradizionali e i sistemi DAS (Distributed Antenna Systems). 

Il PIM Master MW82119A, che si è aggiudicato il premio “Frost & Sullivan 2013 Global New Product Innovation” nella categoria delle apparecchiature PIM, copre ora nove bande complessivamente, incluse le sei già precedentemente disponibili, ovvero 700 MHz, 850 MHz, 900 MHz, 1800 MHz, 1.900 MHz e 1.900/2.100 MHz. 

Tutti gli analizzatori PIM Master MW82119A incorporano la tecnologia Distance-to-PIM (DTP), descritta da Frost and Sullivan come “lo standard consolidato del settore”. Questa funzione consente agli installatori di tralicci, le società di manutenzione e i tecnici che lavorano sul campo per i provider di servizi wireless di individuare e correggere eventuali problemi correlati all’intermodulazione passiva, sia sui tralicci sia all’esterno del sistema d’antenna, in un tempo decisamente ridotto. Gli analizzatori eseguono inoltre test a 40 W, consentendo al PIM Master MW82119A di individuare problemi che le convenzionali soluzioni di misurazione a 20 W non rilevano, come ad esempio interferenze PIM intermittenti o che si innescano solo per alti valori di potenza.

Come per tutte le soluzioni di misurazione portatili di Anritsu, il PIM Master MW82119A è altamente resistente agli urti e alle vibrazioni durante il trasporto o in condizioni di utilizzo estreme, che possono verificarsi durante le fasi di installazione e manutenzione dei siti. I test sono semplificati grazie alla capacità dell’analizzatore di salvare e richiamare le configurazioni di prova per test standardizzati, e le linee di limite possono essere impostate per criteri di superamento/non superamento visibili e/o acustici. I software di post processing Line Sweep Tools di Anritsu possono essere utilizzati per gestire le misurazioni del PIM Master MW82119A e generare report che combinano i dati VSWR e i dati PIM in un singolo report relativo al sito. Le misurazioni PIM possono essere geo-referenziate se l’analizzatore è dotato dell’opzione GPS.

www.anritsu.com