OrCam_Freescale

Chissà se anche i Google Glass saranno dotati di questa funzionalità. Per il momento è una startup israeliana ad aver messo a punto l’applicazione che aiuta le persone ipovedenti ad  interagire più facilmente con il mondo che li circonda.

 

La soluzione OrCam è composta da una minuscola telecamera da fissare alla montatura degli occhiali collegata con un piccolo box dove è inserito il resto dell’elettronica.

Il compatto sistema utilizza sofisticati algoritmi di computer vision gestiti da un processore ad alte prestazioni ed elevata efficienza energetica, il modello i.MX 6Quad di Freescale che interpreta gli input visivi e comunica il loro significato in tempo reale alla persona che indossa il dispositivo.

 

Il processore  i.MX 6Quad ​​di Freescale è l’ideale per questa applicazione in quanto dispone di un’interfaccia video integrata, una potenza di elaborazione adeguata ad eseguire in tempo reale sofisticati algoritmi ed un bassissimo consumo energetico indispensabile in applicazioni portatili come questa. Inoltre, grazie alle ridotte dimensioni ed alla necessità di pochissimi componenti esterni, consente una miniaturizzazione spinta del dispositivo.

 

Il processore i.MX 6Quad ​​presenta prestazioni eccezionali che combinate col bassissimo consumo energetico consentono di progettare sofisticate soluzioni portatili come questa che permette alle persone con disabilità visiva di interagire con l’ambiente circostante”  ha affermato Amnon Shashua, co-fondatore di OrCam e professore di informatica presso la Hebrew University di Gerusalemme. “OrCam è in grado di aiutare le persone con scarsa capacità visiva migliorando notevolmente la qualità della loro vita”.

Ecco in questo video come funziona OrCam:

 


YouTube

 

Il sistema OrCam comprende anche un microfono e un altoparlante a conduzione ossea: chi lo indossa punta semplicemente ad un oggetto o al testo scritto e il dispositivo interpreta l’immagine e fornisce una interpretazione vocale.

 

Il processore Freescale i.MX 6Quad ​​integra quattro core ARM Cortex-A9 che lavorano fino a 1,2 GHz offrendo le prestazioni necessarie per gestire ed elaborare le enormi quantità di dati acquisiti dalla telecamera di OrCam.

Un singolo chip permette l’esecuzione di tutti gli algoritmi di elaborazione e della codifica vocale; gli algoritmi di computer vision permettono ad OrCam di riconoscere una vasta gamma di immagini, dalle facce degli amici ai testi di giornali e libri, dai cartelli stradali agli oggetti di uso quotidiano.

 

http://freescale.com/orcam