LIS2HH12

STMicroelectronics ha annunciato il suo nuovo accelerometro MEMS ad altissime prestazioni progettato per sopportare le condizioni sempre più critiche presenti all’interno dell’ultima generazione di smartphone e di altri dispositivi portatili. 

L’intenso impiego di processori ad elevata potenza di calcolo richiesta dalle applicazioni nei dispositivi mobili in combinazione con design ultra-sottili, rendono i dispositivi portatili ancora più soggetti a variazioni termiche e alle deformazioni meccaniche. Il nuovo accelerometro a tre assi LIS2HH12 annunciato da ST offre una struttura meccanica innovativa e una gestione del segnale del sensore in grado di garantire prestazioni elevate e stabilità in condizioni critiche, dal punto di vista dello stress termo-meccanico, presenti all’interno di dispositivi portatili sempre più sottili anticipando cosi la richiesta degli OEM che spingono per rilasciare nuovi modelli capaci di rilevare movimenti in modo sempre più preciso e stabile per implementare funzionalità e applicazioni come inclinometri, riconoscimento di gesti, giochi, orizzonti artificiali per la realizzazione di foto digitali, navigazione indoor e realtà aumentata. 

La struttura innovativa del nostro nuovo accelerometro rappresenta un notevole passo avanti nell’architettura dei MEMS,” ha affermato Benedetto Vigna, Executive Vice President, Direttore Generale del Gruppo Analogici, MEMS & Sensori, STMicroelectronics. “Questa nuova generazione di dispositivi risponde alle esigenze alle esigenze dell’industria mobile che richiede maggiori prestazioni e stabilità nelle applicazioni basate sul riconoscimento avanzato del movimento”. 

Le dimensioni molto ridotte del package del LIS2HH12, 2 mm x 2 mm x 1 mm, offre ai progettisti una maggiore flessibilità richiesta per rispettare le regole di layout delle schede a circuito stampato per i dispositivi wireless, e aiuta a ridurre lo spessore complessivo del  dispositivo portatile. 

L’accelerometro può funzionare in diversi intervalli di misura selezionabili tra ±2, ±4 o ±8 g con un’uscita digitale a 16 bit ed include inoltre sensore di temperatura integrato ed una interfaccia standard I2C e SPI. Il LIS2HH12 presenta un ampio intervallo di tensioni di funzionamento, da 1,71 V a 3,6 V, e due interrupt configurabili che aiutano a semplificare l’architettura del sistema. Con una variazione in temperatura del Zero-g level di ±0,25 mg/C, la stabilità del LIS2HH12 raddoppia rispetto ad altri dispositivi già annunciati. Inoltre, la tolleranza alla deformazione meccanica, con un offset accuracy tipico di ±30 mg, è migliorata del 25% rispetto alle soluzioni esistenti.

Inoltre, il LIS2HH12 è compatibile, dal punto di vista del software e del montaggio su scheda, con il modulo di bussola elettronica MEMS eCompass LSM303C di 2 mm x 2 mm recentemente annunciato da ST, e permette agli OEM di realizzare in modo economico differenti dispositivi portatili sfruttando una base comune hardware e software. In alternativa, l’accelerometro LIS2HH12 può essere impiegato in combinazione con il sensore magnetico “standalone” LIS3MDL di ST per realizzare una bussola elettronica (eCompass) utilizzando componenti discreti. 

www.st.com