MAX3956

Da oggi i progettisti di moduli ottici hanno la possibilità di conciliare alte prestazioni e bassi consumi di potenza grazie al transceiver ottico MAX3956 di Maxim Integrated, un IC altamente integrato rivolto alla realizzazione di moduli SFP+ per porte 10GBASE-LR.

Solitamente i progettisti di moduli ottici sono costretti a trovare un compromesso tra alte prestazioni e riduzione del consumo energetico. Il circuito integrato MAX3956, un transceiver laser per moduli SFP+, consente oggi di risolvere questo problema. Il dispositivo offre infatti prestazioni elevate per quanto riguarda il margine della maschera di trasmissione (oltre il 50%, per 1k forme d’onda, con zero “mask hit”), assicurando inoltre una dissipazione di potenza totale del modulo SFP+ inferiore a 0,8 W. La riduzione della potenza dissipata consente di abbassare le spese operative (OPEX) e di migliorare l’affidabilità termica dei data center. Il dispositivo integra inoltre vari monitor analogici ad alta precisione per il monitoraggio diagnostico digitale (digital diagnostics monitoring, DDM) di parametri quali temperatura, VCC e RSSI, al fine di assicurare un progetto compatto e risparmiare sui costi della BOM (bill-of-material). Grazie all’integrazion e dei monitor analogici e di un convertitore analogico-digitale (ADC) a 12 bit, il MAX3956 consente l’impiego di un economico microcontrollore esterno “tutto digitale”.

Caratteristiche e vantaggi:

  • Alto livello di integrazione: il dispositivo integra l’equalizzazione programmabile sull’ingresso di trasmissione, la deenfasi sull’uscita di ricezione, la funzione DDM e vari monitor analogici ad alta precisione (per parametri quali temperatura, VCC e RSSI*) ), al fine di ridurre il costo dei componenti esterni
  • Basso consumo energetico: l’esclusiva interfaccia laser del dispositivo, con accoppiamento in DC, consente di limitare la dissipazione di potenza totale del modulo SFP+ a meno di 0,8 W; il consumo del circuito integrato è di 380 mW a 3,3 V (valore medio)
  • Alte prestazioni: il MAX3956 garantisce un jitter deterministico di 4,6 psP-P per il ricevitore e di 5 psP-P per il trasmettitore

I progettisti di transceiver ottici sono sempre stati costretti a cercare un compromesso tra consumi e prestazioni”, ha affermato Stacey McKinney, responsabile del marketing strategico presso Maxim Integrated. “Ora, però, il circuito integrato transceiver MAX3956 per moduli SFP+ unisce basso consumo ed alte prestazioni, offrendo una combinazione ottimale di funzionalità”.

La domanda di moduli 10GBASE-LR è in aumento a causa della proliferazione dei grandi data center”, ha affermato Dale Murray, capo analista di LightCounting. “I transceiver ottici SFP+ a basso consumo hanno un ruolo critico per gli operatori dei data center, poiché in queste infrastrutture l’assorbimento di energia sta assumendo la stessa importanza della densità”.

Il MAX3956 è disponibile in un contenitore TQFN-EP a 32 pin di 5 mm x 5 mm; il dispositivo funziona nella gamma di temperatura compresa tra -40 °C e +95 °C.

www.maximintegrated.com