PlanetSolar

La più grande barca solare mai costruita al mondo sceglie la città lagunare come unica tappa italiana per il suo tour mondiale. Ms Tûranor PlanetSolar è la prima imbarcazione al mondo ad aver compiuto un’impresa storica: portare a termine il giro del mondo utilizzando esclusivamente l’energia solare.

Il 4 maggio 2012, dopo 584 giorni di navigazione e più di 60.000 km percorsi, il catamarano di ideazione svizzera e costruito in Germania, ha infatti terminato il giro del globo che l’ha visto toccare ben 28 Paesi – dagli Stati Uniti al Messico, dall’Australia agli Emirati Arabi – promuovendo l’utilizzo dell’energia solare e dimostrando affidabilità ed efficacia delle tecnologie attualmente disponibili.

Dopo aver raggiunto questo straordinario traguardo, nel 2013 Ms Tûranor PlanetSolar – 35 metri di lunghezza, 512 mq di pannelli fotovoltaici, un motore elettrico con una potenza massima di 120 kW zero emissioni di CO2, autonomia illimitata – ha iniziato la sua “seconda vita” dimostrando che le tecnologie utilizzate dal catamarano solare svizzero – che vanta una prestigiosa collaborazione con l’Università di Ginevra – possono aprire la strada per un utilizzo civile in ambito di mobilità sostenibile oltre che per scopi scientifici e didattici, al fine di sensibilizzare sull’uso di energie rinnovabili.
E Venezia, dove sono attualissime opportunità di sviluppo tecnologico in termini di mobilità e rispetto dell’ambiente,  è stata scelta come unica tappa italiana del suo Tour mondiale.

Dopo la missione PlanetSolar Deepwater (che prevedeva rilevamenti e misurazioni scientifiche e biologiche lungo la Corrente del Golfo) e la spedizione TerraSubmersa (che intendeva scoprire i paesaggi preistorici sommersi al largo della Grotta di Franchti in Grecia) la mattina del 4 settembre è dunque previsto il suo arrivo nella Città dei Dogi.
Dopo il suo ingresso in laguna attraverso la bocca di porto di Lido, l’imbarcazione sfilerà di fronte a Piazza San Marco per poi dirigere la prua verso l’Isola della Certosa scelta come ormeggio permanente per i prossimi sei mesi, fino all’avvio di Expo2015 che vede Venezia impegnata su diversi progetti proprio legati al mondo dell’acqua e della sostenibilità nei quali la laguna e la Certosa, con Vento di Venezia, saranno tra i protagonisti.

La scelta dell’ormeggio presso il marina della Certosa conferma l’affidabilità del porticciolo, idoneo anche a grandi imbarcazioni oceaniche, e testimonia come l’isola sia ormai riconosciuta quale esempio virtuoso di riqualificazione e sostenibilità ambientale, oltre che rappresentare un emblema di rilancio socio economico della Venezia insulare, in termini di attività economiche compatibili con la particolarità del paesaggio lagunare.

Appuntamento, dunque, il 4 settembre a Venezia con PlanetSolar!

www.planetsolar.org