robo t

Una flotta di robotaxi elettrici e senza autista ridurrebbe nel 2030 le emissioni di gas serra del 94% per ogni veicolo, ogni 1,5 chilometri. Tale interessante scenario è stato ipotizzato dai ricercatori del Lawrence Berkeley National Laboratory della California.

Il team guidato da Jeffery Greenblatt ha calcolato il potenziale impatto di tali flotte di taxi sulle emissioni dei trasporti negli Stati Uniti, sulla base dell’intensità dei gas serra della benzina ed elettricità registrati nel 2014.

Nel dettaglio utilizzando taxi autonomi, senza autista ed elettrici, per ogni veicolo nel 2030 si risparmierebbero dall’87% al 94% delle emissioni e dal 63% all’82% per i veicoli ibridi, grazie ad una riduzione di emissioni per produrre elettricità. Per avere consistenti risparmi i taxi dovrebbero percorrere distanza molto lunghe tra i 65.000 e i 112.000 chilometri all’anno, quanti ne percorre attualmente in media un taxi negli Stati Uniti.

“L’opzione più ‘verde’ è anche quella più economica in questo caso’, non solo per la maggior efficienza energetica, ma anche in quanto non ci sarebbe più bisogno di un autista”, afferma Jeffery Greenblatt.

Fonte: Lawrence Berkeley National Laboratory California