strider_robot

Un team di scienziati della National University di Seoul, dopo aver studiato i gerridi, ha pensato di mimarne il comportamento, realizzando un robot capace di saltare sull’acqua.

Gli studiosi hanno osservato tali insetti mentre saltavano, impiegando telecamere ad alta velocità, che riprendono sino a 250 fotogrammi al secondo e sono dunque in grado immortalare i movimenti impercettibili degli insetti.

Le zampe dei gerridi accelerano gradualmente al fine di non smuovere troppo velocemente l’acqua per non perdere il contatto con le zampe.

Impiegando un cilindro flessibile galleggiante su una superficie liquida, è stato notato che la forza massima esercitata dalle gambe degli insetti è al di sotto della forza massima che la superficie dell’acqua può sopportare. In tal modo i gerridi fanno scivolare le loro gambe verso l’interno per utilizzare il più possibile il tempo di spinta, massimizzando la forza.

Per ricreare l’accelerazione controllata, il team ha creato due robot molto leggeri di 68 milligrammi, con gambe lunghe, che sono in grado di imitare perfettamente il movimento naturale degli insetti.

Fonte: Science