biosphera

È stato presentato ad Aosta, il progetto BiosPHera 2.0 il modulo abitativo itinerante, che sarà realizzato adottando le migliori tecnologie ad oggi disponibili per la massima efficienza energetica e il più avanzato know how sul benessere di chi vi abita.

Il progetto è promosso da Aktivhaus, Politecnico di Torino DAD, Università della Valle d’Aosta, Vallée d’Aoste Structure e dagli istituti Zephir, Minergie e PEFC con il patrocinio della Regione Valle d’Aosta e la partecipazione di diverse aziende nazionali e internazionali.

Il modulo abitativo BiosPHera 2.0 sarà installato e presentato al pubblico e agli operatori a Courmayeur, nel mese di febbraio, per poi partire verso Torino, a seguire verso Rimini e il mare Adriatico, infine per Lugano.

Il modulo verrà abitato e sottoposto agli stress più impegnativi: inverno in una località di montagna con temperature molto rigide che raggiungeranno con ogni probabilità diversi gradi sottozero, in estate in una località marittima sotto temperature molto alte.

I dati raccolti per più di 12 mesi saranno monitorati dal Politecnico di Torino. Temperatura dell’aria e dei muri, umidità, qualità dell’aria e presenza di particolato, ma anche dati relativi alle reazioni fisiologiche ed emotive degli abitanti condizionate dall’ambiente come temperatura corporea, conduttività della pelle, battito cardiaco.

Fonte: BiosPHera 2.0