wind_farm_ENEL_ap

Enel attraverso la controllata Enel Green Power North America, Inc. ha avviato la costruzione del parco eolico Lindahl, il primo impianto di Enel nello Stato del Nord Dakota.

Il progetto, che fa capo a Lindahl Wind Project, LLC, controllata di EGPNA, avrà una capacità installata totale di 150 MW e una volta completato sarà in grado di generare circa 625 GWh l’anno – equivalente ai bisogni di consumo di più di 50mila famiglie americane – evitando allo stesso tempo l’immissione in atmosfera di circa 450mila tonnellate di CO2 l’anno.

Lindahl sottolinea la forza della strategia di crescita di Enel in Nord America – afferma Rafael Gonzalez, responsabile per l’Area Nord America di Enel Green Power, la divisione globale delle rinnovabili del Gruppo Enel. “Il nuovo parco eolico segna inoltre l’ingresso del Gruppo in un nuovo Stato, il Nord Dakota, allargando ulteriormente la nostra presenza negli Stati Uniti”.

La costruzione di Lindahl, il cui ingresso in esercizio è previsto per il 2017, prevede un investimento di più di 220 milioni di dollari statunitensi, in linea con quanto previsto dal piano strategico di Enel. L’energia e i crediti rinnovabili dell’impianto eolico Lindahl saranno ceduti nell’ambito dell’accordo di vendita di lungo periodo siglato con Basin Electric Power Cooperative.

Lindahl è il quarto progetto rinnovabile di Enel in costruzione degli Stati Uniti dall’inizio del 2016: l’impianto eolico da 108 MW di Drift Sand in Oklahoma, quello da 400 MW di Cimarron Bend in Kansas e quello da 150 MW di Aurora nel Minnesota.

EGPNA è presente in 21 stati USA e due province canadesi con oltre 2,5 GW di capacità installata di cui oltre 2 GW di eolico, 316 MW di idroelettrico, 72 MW di geotermico e 29 MW di solare.

www.enel.it