mlx90819_melexis

Melexis continua a introdurre sul mercato prodotti altamente innovativi, ultimo dei quali, in ordine di tempo, il sensore MEMS MLX90819 destinato alla misura dei livelli di pressione intermedi (10-50 bar). Applicando la tecnologia proprietaria dei sistemi microelettromeccanici (MEMS) dell’azienda ad un’area che in precedenza non è stata adeguatamente trattata da una soluzione completamente integrata basata su sensore, è ora possibile ottenere grandi vantaggi in fase di progettazione a livello di sistema.

Disponibile come die nudo, il dispositivo MLX90819 opera con un’alimentazione standard da 5V e può essere utilizzato per determinare in modo accurato i livelli di pressione di un fluido in un’ampia varietà di applicazioni in ambito automotive e industriale. Tra queste, il monitoraggio dell’olio motore, dell’olio di trasmissione, dei livelli di carburante del veicolo, del liquido refrigerante del sistema di condizionamento dell’aria e della pressione dell’aria nei freni nei mezzi pesanti, solo per citarne alcune. L’IC fornisce un valore relativo di pressione ed è caratterizzata da un tempo di risposta di 1 ms, oltre che da un’accuratezza di ±2,5% per tutta la sua vita, e da un errore di linearità di ±0,2% lungo l’intero intervallo di pressioni operative.

Grazie all’avanzata tecnologia di processo, il MLX90819 è unico nella sua capacità di sfruttare un’architettura basata su microcontrollore. Ciò consente di incorporare un grado molto superiore di complessità all’interno del die su semiconduttore – gestendo direttamente tutte le operazioni di elaborazione digitale, conversione dati, offset di temperatura, compensazione del guadagno e filtraggio. All’interno di ciascun sensore sono incorporati direttamente un convertitore analogico-digitale (ADC) a 16 bit, un convertitore digitale-analogico (DAC) a 12 bit e un processore a 16 bit. È così possibile evitare le ripercussioni in termini di costi e di complessità delle soluzioni MEMS discrete, oltre che i problemi di utilizzo di spazio, di guasto e di usura delle impermeabilizzazioni che caratterizzano le soluzioni tradizionali di  tipo non MEMS. L’IC può fornire un segnale analogico o un’uscita di tipo Single Edge Nibble Transmission (SENT) per applicazioni che richiedono un’uscita digitale.

L’IC è particolarmente robusto e adatto per impieghi sia nel campo dell’industria pesante, sia in campo automotive, con la piena conformità allo standard AECQ100 e un intervallo di temperature compreso tra -40°C e 150°C. È incluso un meccanismo di protezione dalle sovratensioni per applicazioni automobilistiche, per assicurarne l’affidabilità nel tempo. Una serie di funzioni di diagnostica supporta ulteriormente la sua integrità operativa nel lungo termine. Queste includono un livello di blocco del segnale analogico e la rilevazione della presenza di piste interrotte, oltre a numerosi messaggi diagnostici inviati attraverso il protocollo SENT (come gli errori interni di temperatura e di pressione, le condizioni esterne di sovratensione/sottotensione, ecc.). Gli IC sensori MLX90819 sono disponibili in un formato die-on-foil.

Melexis ha diffuso un video su questo nuovo prodotto:

Questo nuovo approccio alla misura dei valori intermedi di pressione sarà chiaramente di grande interesse per i gruppi d’ingegneria, e offrirà a questi ultimi la tecnologia di sensori di cui essi hanno bisogno per ridurre lo sforzo di test/assemblaggio, per contenere il numero dei componenti e per risparmiare spazio prezioso,” commenta Laurent Otte, Responsabile della Linea di Prodotto Sensori di Pressione presso Melexis. “La natura compatta della famiglia di dispositivi MLX90819 semplifica notevolmente l’integrazione meccanica del sistema sensore all’interno dei moduli dei clienti, essendo necessario un solo PCB con un numero limitato di componenti esterni. Esiste quindi un potenziale considerevole per ridurre le dimensioni del modulo all’interno del quale sarà alloggiato.”

www.melexis.com