Per la quinta volta, da giovedì 13 a sabato 15 luglio 2017, Monaco ospiterà la più importante gara tra imbarcazioni elettriche e solari, la Monaco Solar & Electric Boat Challenge.

Un appuntamento per sottolineare come l’energia proveniente dalle fonti energetiche rinnovabili possa trovare spazio anche in un settore – la nautica – che per prima, con le imbarcazioni a vela, ha saputo sfruttare l’energia del vento.

Successivamente, con l’impiego dei motori endotermici, anche le navi hanno concorso allo sviluppo economico mondiale, contribuendo però anche all’inquinamento dei mari e dell’atmosfera.

Ed ecco che anche in questo settore si cerca di utilizzare la trazione elettrica e l’energia ricavata dal sole per tentare di limitare le emissioni inquinanti. Ė per dimostrare che la trazione elettrica può offrire prestazioni simili a quella dei motori a scoppio, che sono nate manifestazioni come questa di Monaco o iniziative come Race for Water.

Oltre che sensibilizzare l’opinione pubblica su questi temi, la gara ha anche lo scopo di mettere in luce i giovani talenti che si dedicano alla progettazione e costruzione di queste imbarcazioni. Le squadre in gara sono tutte formate da studenti universitari che debbono mettere in mostra anche capacità tattiche e di conduzione dell’imbarcazione.

Organizzato dallo Yacht Club de Monaco in collaborazione con l’UIM (Union Internationale Motonautique) e la Fondazione Principe Albert II di Monaco, questo evento prevede gare di velocità e di durata.

Lo Yacht Club de Monaco con questa giovane e dinamica generazione di ingegneri vuole guardare al futuro e incoraggiare chi costruirà le imbarcazioni di domani, in linea con la politica ambientale del Principe Alberto II e con la tradizione del Principato dove, oltre un secolo fa, giunsero altri pionieri per gareggiare con i loro motoscafi” ha dichiarato Bernard d’Alessandri, segretario dello Yacht Club de Monaco.

Per la prima volta la manifestazione prevede un percorso offshore di 25 miglia nautiche tra Cannes e Monaco per una nuova classe di imbarcazioni, la classe YCM Offshore con un equipaggio di tre persone.

L’ambizione di questa nuova classe, è quella di incoraggiare università e cantieri per progettare e costruire barche da corsa solari ed elettriche che possono essere commercializzate e vendute in futuro“, spiega Marco Casiraghi, lui stesso ingegnere e ispiratore della manifestazione.

Appuntamento il 13-15 luglio nelle acque del Principato di Monaco.

www.yacht-club-monaco.mc