Il Friuli Venezia Giulia all’avanguardia in Europa nell’economia a basse emissioni di carbonio grazie al progetto NeMo FVG (New Mobility in Friuli Venezia Giulia) finanziato con 900.000 euro di fondi comunitari dal Programma Horizon 2020.

Grazie a questo progetto avviato lo scorso 5 giugno, 560 vetture elettriche da acquistare o da utilizzare a noleggio o con la modalità del car sharing, sostituiranno 800 veicoli inquinanti e obsoleti degli enti pubblici del Friuli Venezia Giulia, che saranno dismessi.

Obiettivo del progetto NeMo e trasformare il Friuli Venezia Giulia in un laboratorio di sperimentazione partendo dalle esigenze delle pubbliche amministrazioni regionali.

Il 2 agosto, NeMo, realizzato in partnership tra Regione FVGAREA Science ParkUniversità di TriesteBIT– Servizi per l’investimento sul territorio S.P.A.ANIASA e Promoscience, è stato presentato all’interno del padiglione Italia all’Expo di Astana in Kazakistan, che ha come tema “Future energy”, scelto come esempio di progetto particolarmente innovativo.

Con il progetto NeMo FVG –  afferma Sara Vito, assessore regionale all’Ambiente ed Energia –  accettiamo più di una sfida. Prima di tutto quella ambientale: lavoriamo per migliorare la qualità dell’aria nei centri urbani e, quindi, la qualità della vita nella nostra regione. Poi, cerchiamo di portare innovazione nel territorio, generare opportunità di crescita e sviluppo e, quindi, anche nuovi posti di lavoro. E questo riusciamo a farlo – aggiunge l’assessore –  grazie all’attiva collaborazione di partner pubblici e privati esperti di mobilità sostenibile che saranno insieme alla Regione Friuli i protagonisti di questa grande sfida che rappresenta anche una rivoluzione culturale”.

www.regione.fvg.it