Anche Apple va sulla nuvola


 

Grande attesa per la presentazione dei nuovi prodotti Apple questa sera al Worldwide Developers Conference (Wwdc) di San Francisco. Sarà lo stesso Steve Jobs, assente dalla scena internazionale per i noti problemi di salute, ad annunciare le nuove soluzione hardware e software  della casa di Cupertino.
Grazie al comunicato della scorsa settimana, sappiamo già molto di cosa bolle in pentola anche se i dettagli (con i quali Apple ha spesso costruito la sua immagine) verranno resi noti solo questa sera.
Sicuramente tutto o quasi ruoterà attorno alle applicazioni “cloud”, ovvero alle applicazioni che non vengono elaborate dal proprio dispositivo ma che utilizzano le risorse di un computer remoto.
Sono passati pochissimi anni da quando le migliorate prestazioni delle reti di comunicazione hanno consentito di parlare di elaborazione e conservazione di dati su server remoto, rendendo – di fatto – il PC o lo Smartphone dei semplici terminali.

A questo argomento abbiamo dedicato un articolo quasi tre anni fa che molti lettori hanno commentato con frasi del genere “Non credo proprio che i PC perderanno le loro capacità computazionali e che tutti i nostri dati saranno salvati in rete e si eseguiranno solamente programmi on-line. Sarebbe veramente la fine! Google come il grande fratello?
Che ne dite ora? Aspettiamo i vostri commenti!

 

 L’articolo  è scaricabile gratuitamente in formato pdf

Arsenio Spadoni

Journalist, ElettronicaIn Publisher & Founder, Futura Elettronica Founder,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.