Eolico: che aria tira?


Stato dell’arte e sviluppi futuri di una delle più promettenti e più antiche fonti rinnovabili: l’energia del vento. Utilizzata su larga scala potrebbe fornire un’energia pari a cinque volte il fabbisogno mondiale, o ancora di più grazie alle nuove tecnologie allo studio.

Accedi al post, leggi l’articolo in formato pdf e lascia il tuo commento.

4 pensieri riguardo “Eolico: che aria tira?

  • 11/08/2011 in 20:01
    Permalink

    Articolo molto chiaro che offre una buona panoramica sui vari sistemi all’avanguardia utilizzati per sfuttare l’energia eolica. Anche le illustrazioni sono curate e stimolanti per il lettore. Personalmente mi auguro in un maggior finanziamento della ricerca scientifica legata allo sfruttamento di questa fonte energetica.

    Risposta
  • 12/08/2011 in 11:24
    Permalink

    Buon articolo senz’altro. Però, poichè conosco abbastanza l’argomento, non ho potuto fare a meno di notare che tutte, dico tutte, le illustrazioni sono di fonte KiteGen (quella di pagina 48 in alto a destra, per esempio, è la stessa che corredava un mio articolo sul Kite Gen pubblicato su La Stampa Tuttoscienze dell’8 giugno 2005). Per cui sarebbe stato bello, da parte Vostra, dichiararlo. Così come sarebbe stato bello almeno menzionare (se non intervistare) Massimo Ippolito, che del Kite Gen è l’inventore.
    Cordiali saluti.
    Leonardo Libero

    Risposta
  • 12/08/2011 in 12:06
    Permalink

    Per colpa di alcune persone (10) il paese di Berzano S. Pietro, Asti ha respinto in progetto Kitegen; Tali persone hanno paura che un aquilone possa cadere. Ma quanto danno può fare un telo di svariati m^2 che peserà sì e no 10kg in tutto e si posa a terra come un velo?

    http://yespolitical.wordpress.com/2010/07/10/kitegen-e-le-famiglie-di-berzano-s-pietro-provincia-di-asti-un-caso-di-ostilita-allenergia-pulita/

    O ancora: Anche la forestale ha lanciato una petizione per sopprimere tale progetto, perchè sono stati tagliati troppi rami.
    Io dico: Ma siamo fuori?
    Solo in Italia la burocrazia e la gente stessa può avere una mentalità
    del genere.
    Davanti alla prospettiva di energia pulita si potrà sacrificare qualche albero..
    Quanti morti da monossido di carbonio proveniente da petrolio possiamo ancora sopportare? Effetto serra? Molto bello il Monte Bianco senza più 50m in altezza di ghiacciaio, e per colpa dell’uomo. Andate a vederlo, e parlate con la gente del luogo, è molto istruttivo.. Fa capire molte cose.
    Il Kitegen sarà energia pulita!!!

    Ippolito, se in italia impediscono il tuo progetto, rivolgiti a qualche paese estero; qualcuno più furbo di noi ci sarà..

    Alessandro D’Andrea

    Risposta
  • 12/08/2011 in 15:24
    Permalink

    Bell’articolo anche per chi come me usa il kite solo per sport,ma da tempo spero di poter installare un generatore eolico sul tetto di casa mia e sulla mia barca a vela.Per adesso i costi sonoPROIBITIVI,speriamo che qualche entita’ “superiore”(politici o politica)non ostacoli questo tipo di energia alla portata di tutti.geniali gli energy bags sottomarini.Dai ragazzi che ce la faremo!!!!!Simone Santini.

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.