Arduino Due 32bit ARM, Leonardo, Wifi Shield: tutti i nuovi prodotti del mondo Arduino


Come l’anno scorso, Massimo Banzi ha scelto l’occasione del Maker Faire di New York per annunciare le novità di casa Arduino che sono molte e sempre più interessanti.

Arduino 1.0: da questo fine settimana sarà scaricabile la versione definitiva delle librerie, dell’IDE e del circuito elettrico. Le modifiche apportate dovrebbero essere veramente poche: sono state fatte alcune aggiunte ai connettori per rendere le schede più flessibili. Il team di Arduino spera, con l’aiuto della community, di rendere stabile la piattaforma entro un mese.

Arduino Leonardo: è una scheda a basso costo basata sul chip Atmega32u4. Ha la stessa forma e gli stessi connettori di Arduino Uno ma il circuito è più semplice. Il firmware permette di simulare dispositivi USB quali mouse, tastiera e porta seriale. Il tutto, come al solito, in versione open-source (Core, Bootloader, hardware).

Arduino Due: Finalmente la scheda a 32 bit targata Arduino. Per il chip la scelta è caduta su un processore ARM Cortex-M3 prodotto dall’ATMEL, il modello SAM3U che funziona a 96MHz, dispone di 256Kb di Flash, 50Kb di Sram, 5 bus SPI, 2 interfacce I2C, cinque UART, 16 ingressi analogici con risoluzione 12bit e altro ancora.

Nel comunicato di presentazione, il team di Arduino sottolinea il fatto che si tratta di prodotti ancora in fase di sviluppo e che da questo punto di vista l’apporto della community sarà fondamentale. Un limitato lotto di schede sarà disponibile per quanti vorranno contribuire allo sviluppo dopo il Maker Faire. L’intenzione è quella di arrivare ad una versione definitiva entro la fine di quest’anno.

Arduino Wifi Shield: Consente di aggiungere la funzionalità Wi-Fi a qualsiasi board Arduino. Invece di utilizzare un classico modulo commerciale, la scelta è caduta su un micro sistema WiFi prodotto da H&D Wireless accoppiato con un potente processore AVR32 che consente un utilizzo dello stack TCP-IP in maniera semplificata ma completamente personalizzabile. Le risorse disponibili dovrebbero rendere semplice il passaggio da una Shield Ethernet al nuovo sistema wireless.

Ma non è finita! Altre novità e idee saranno presentate allo stand Arduino presso il Maker Faire che apre sabato 17 settembre.

Aggiornamento del 22/9/2011: Guarda Massimo Banzi al NYC2011 Maker Faire parlare del futuro di Arduino.
Video 1:


YouTube

Video2:


YouTube

Arsenio Spadoni

Journalist, ElettronicaIn Publisher & Founder, Futura Elettronica Founder,

11 pensieri riguardo “Arduino Due 32bit ARM, Leonardo, Wifi Shield: tutti i nuovi prodotti del mondo Arduino

  • Pingback: Arduino Due 32bit ARM, Leonardo, Wifi Shield: tutti i nuovi prodotti del mondo Arduino.

  • 27/09/2011 in 14:27
    Permalink

    ADDIO ARDUINO!

    Troppo tardi e troppo poco.
    Mi spiace per gli Arduinisti, passate il termine, ma arrivare dopo svariate boards a 32 bit, vedi microchip. vedi arm etc… e pensare di essere i primi è …. FALLIMENTARE.

    Bene la prima Banzi (leggi arduino avr 8 bit), male il resto.

    Buona per hobbisti che no hanno ancora scoperto IDE più evolute di quella antiquata attualmente in uso per lo sviluppo del sw di arduino.

    Buona per quelli che pensano che saper programmare arduino significhi saper programmare mcus.

    Male per tutto il resto.

    Risposta
    • 23/01/2012 in 12:34
      Permalink

      Cosa sentiresti di consigliare ad uno che si avvicina per la prima volta a queste dev board? Intendo come Alternative valide ad Arduino.
      Ho provato a dare un’occhiata, ma di così semplici, per iniziare, ne ho trovate davvero poche.
      E con semplici intendo che non mi serva impararmi 500 pagine di datasheet (vedi Microchip e i suoi registri) per far accendere un led o per leggere un’ingresso analogico

      Saluti

      Risposta
  • 27/10/2011 in 11:23
    Permalink

    Grazie Arduino,
    perché se semplice, perché non metti limiti alle cose che riesco a fare con te, perché costi 20 euro, e perché tanti hanno hardware per andare sulla luna ma poi non vanno neanche sotto casa, grazie perché sei Italiano e di questi tempi vedere un Italiano che gira il mondo mi emoziona sempre

    Risposta
  • 28/01/2012 in 12:24
    Permalink

    Grazie arduino !!! Nonostante sia ingegnere programmare è molto facile ed intuitivo e non debbo studiare migliaia di pagine (di registri in linguaggio macchina per chi capisce) invece di usare il molto comune C (e meglio ancora c++) per sviluppare subito i porgetti (direi gran VANTO ITALIANO e smettiamola di criticare per favore…)

    Risposta
  • 02/02/2012 in 20:05
    Permalink

    Non capisco le affermazioni di Luca … probalmente sta scrivendo da un’altra galassia. Noi terrestri ci accontentiamo delle cose semplici ma nello stesso tempo potenti e funzionali … ma forse non non vede quanti progetti sono stati realizzati e quanto materiale didattico è disponibile sul web … Forza Arduino e bravo Banzi

    Risposta
  • 04/03/2012 in 11:51
    Permalink

    … di 32 bit di alcune grandi ne ho provati… nella maggior parte dei casi servono solo per far funzionare i led, per il resto molti di quelli che li hanno comprati vogliono indietro i soldi; questi “grandi” hanno venduto il loro prodotto spacciandolo come Arduino-compatibile, ma la compatibilità è limitata alle cose banali e non alle cose che uno vuole fare quando acquista un microcontrollore a 32 bit! La versione IDE di queste schede è ancora ferma ad un paio di release fa e parecchie librerie sono inutilizzabili… credo che chiunque voglia, possa andare direttamente ai forum di questi colossi e capire che il malcontento è davvero tanto! Credo che sia meglio attendere un pò di più che rischiare di far uscire un prodotto molto al di sotto delle aspettative! In bocca al lupo al team di Arduino!

    Risposta
  • 23/06/2012 in 14:20
    Permalink

    Banzi e tutto il team Arduino sono dei grandi… programmo microprocessori da quando mi sono diplomato (era il 1978 ed era appena nato lo Z80 della Zilog che rispetto all’8080 intel sembrava già la luna) e credo che quelli che criticano un progetto come Arduino in modo gratuito sono solo dei “banfoni” che non hanno capito lo spirito con cui è stato progettato Arduino e con cui continua a essere portato avanti. Un progetto bellissimo e super piemontese!
    bravi

    Risposta
  • 23/06/2012 in 14:28
    Permalink

    Senza ombra di dubbio! Un progetto che ha avvicinato all’elettronica un sacco di persone, che sta portando l’elettronica nelle scuole e nelle università dove molti ingegneri non avevano mai visto neppure una resistenza. … E che noi cerchiamo di supportare con i nostri libri in italiano e le nostre applicazioni!

    Risposta
  • 28/10/2012 in 20:29
    Permalink

    Io con il mega 2560 ci comando di tutto (anche cose industriali molto sofisticate), lo trovo versatile semplice e con svariate applicazioni e penso che con questo arduino2 risolvo ancora di più.
    Grazie ragazzi…!!

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.