Nasce la Robocup Jr Italia 2.0


Al IV Meeting nazionale della Rete di Scuole per la RoboCup Junior che si è tenuto a Stresa stabilite le linee guida per la Stagione 2012.

Sulle rive del Lago Maggiore, il 14 e 15 di ottobre, si è tenuto l’annuale Meeting dei rappresentanti della Rete di scuole per la RoboCup Junior Italia con lo scopo di definire le regole per la stagione 2012 che culminerà con la finale nazionale che si svolgerà a Riva del Garda (TN) dal 19 al 21 aprile 2012 presso il Centro MICE a cura dall’ITC Tambosi di Trento.

A conclusione dei lavori è stato redatto il Bando 2012 che definisce le regole di svolgimento delle varie manifestazioni, della finale nazionale nonché le categorie ammesse alla finale.

Tra le decisioni più importanti, il Comitato di gestione ha stabilito che rinnovi e nuove adesioni potranno essere accolti sino al 31 gennaio 2012 per ovviare ai tempi troppo ristretti imposti dalla precedente scadenza. Nessun accordo è invece stato raggiunto con i rappresentanti della RomeCup (che non hanno partecipato al Meeting) per l’auspicata creazione di una struttura unica nazionale. Tra le altre decisioni – a parte la scelta di Riva del Garda per la finale nazionale – la definizione del numero massimo di squadre (110 per la Under19 e 60 per la Under14); eventuali inizitive locali potranno essere organizzate a cura degli Istituti scolastici della Rete, e saranno riconosciuti e documentati a cura della Rete Robocup Jr Italia a condizione che siano impiegati i regolamenti di gara nazionali che saranno pubblicati entro il 31 gennaio 2012 per la finale nazionale di Riva del Garda.

Per quanto concerne le gare, la principale novità riguarda l’introduzione della categoria Rescue B (ricerca dispersi) per i ragazzi della Under19.  In questo genere di gara, invece di seguire il percorso indicato da una linea nera, come avviene nella Rescue A, i robot devono esplorare un labirinto in cui le “vittime” sono rappresentate da sorgenti di calore disposte lungo il percorso. Il campo di gara ha forma e dimensioni simili a quelle della Rescue A, ed anche qui sono presenti ostacoli da superare o da aggirare. Per ogni difficoltà superata vengono assegnati punti, e ne vengono sottratti se il robot si blocca o non riesce ad identificare tutte le vittime. La complessità della prova sta soprattutto nel fatto che i robot non devono “perdersi” nel labirinto o entrare in cicli senza fine, e l’algoritmo di esplorazione deve essere il più efficiente possibile per evitare perdite di tempo. Questa prova è riservata a squadre di Istituti aderenti alla Rete che potranno partecipare con un massimo di 10 squadre.

Per quanto riguarda le altre tipologie di gara, per l’Under 19 sono previste la Dance (danza, max 24 squadre), il Rescue A (ricerca di dispersi, max 60 squadre), il Soccer B (calcio con fallo laterale, max 16 squadre).
Per l’Under 14 sono previste le prove di Dance (danza, max 15 squadre), Theatre (teatro, max 15 squadre), Rescue (ricerca di dispersi, max 30 squadre). Per l’Under 14 è possibile partecipare al Theatre da remoto inviando le esibizioni su supporto digitale.
Maggiori informazioni sono disponibili sul nuovo sito della Rete all’indirizzo:
www.robocupjr.it

Arsenio Spadoni

Journalist, ElettronicaIn Publisher & Founder, Futura Elettronica Founder,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.