Il team Redbeard Button dell’Università di Parma vince il SICK Robot Day 2012



Lo scorso 6 ottobre, il team Redbeard Button, nome “in codice” del laboratorio Robotics and Intelligent Machines (RIMlab) dell’Università di Parma, si è aggiudicato il primo premio al Robot Day 2012, superando le altre 14 università partecipanti e, in particolare, l’Università di Tübingen (seconda classificata), e di Praga (terza classificata). Il robot del team Redbeard Button è riuscito, nel tempo limite dei 10 minuti previsti, a raccogliere e portare a meta, in modo totalmente autonomo, 7 palloni colorati distribuiti in modo casuale all’interno di un’arena del diametro di 15 metri, nella quale erano presenti numerosi palloni di tre differenti colori, uno per ogni squadra partecipante.

Il merito di questa vittoria” afferma il prof. Stefano Caselli, docente presso il Laboratorio RIM dell’Università di Parma “deve essere attribuito innanzitutto ai ragazzi del team, e testimonia -nel suo piccolo- che quando l’Università ed aziende qualificate, come nel caso di SICK, realizzano interazioni efficaci, il “sistema Italia” sa raggiungere risultati di prim’ordine anche nel campo della tecnologia”.

Il Robot Day di SICK

Da diversi anni SICK, gruppo leader nel settore della sensoristica per automazione industriale, organizza nella sua sede di Waldkirch (Germania), una competizione tra università e scuole di elettronica ed automazione di tutta Europa.
La gara è riservata a team di studenti che devono costruire e programmare un piccolo robot mobile: ogni team progetta e costruisce la propria macchina, sbizzarrendosi nel disegno di forma e dimensioni che sono libere. Il robot deve essere in grado di muoversi sul percorso di gara, evitare ostacoli fissi e in movimento e compiere correttamente alcuni compiti operativi. Il corretto svolgimento dei task porta punti positivi, mentre eventuali contatti con gli ostacoli o con gli altri robot costituiscono delle penalità. Le regole dei compiti e il percorso di gara variano ogni anno e vengono resi noti ai partecipanti qualche mese prima della gara.

La competizione del 2012 si è svolta nella sala della Casa Comunale di Waldkirch, su un campo di gara costituito da un cerchio di circa 15 metri di diametro, in cui erano disseminati palloni di diversi colori. l team accumulavano tanti punti quanti palloni di un dato colore venivano raccolti e portati in un’area ben definita detta “meta” dal proprio robot. In tutto il mondo esistono varie competizioni tra piccoli robot costruiti da giovani progettisti, ma il Robot Day è l’unica competizione sponsorizzata e ospitata da un’azienda privata in Europa.

Per permettere ai team di costruire il loro Robot, SICK mette a disposizione gratuitamente, a qualunque università o scuola richiedente, i propri prodotti, e nella fattispecie:

  • sensori per la navigazione
  • encoder per il controllo del movimento
  • scanner per evitare collisioni
  • telecamere per identificare gli obiettivi dei task (forma e colore dei palloni)

Sono sicuro” continua il professor Caselli “che competizioni e progetti siano strumenti molto efficaci per motivare gli studenti ad affrontare problematiche complesse, acquisire capacità di problem solving e sviluppare attitudine al lavoro in equipe. Esperienze come questa costruiscono un bagaglio che sarà della massima utilità a questi ragazzi nel loro futuro professionale”.

Da sempre SICK ha sviluppato importanti collegamenti col mondo universitario, dapprima in Germania e ormai ovunque in Europa e nel mondo.

Il fondatore di SICK, il Dr. Erwin Sick, durante la guerra era un semplice tecnico riparatore delle radio della Wermacht e alla fine del conflitto fondò la sua azienda proprio nel nome della “INNOVATION”, che resta uno dei claim fondamentali del Gruppo.

Erwin SICK fu insignito del titolo di Dottore “Honoris Causa” nel 1980 non solo per la sua attività di inventore, ma anche per il suo appassionato interesse per il mondo dell’università e della ricerca.

Il nostro futuro è nelle nostre scuole” afferma spesso l’Ing. Giovanni Gatto, Amministratore Delegato di SICK S.p.A. “È nostro dovere, come azienda di successo che lavora sul fronte più avanzato della tecnologia, seguire ed incoraggiare lo sviluppo di idee e conoscenze. A questo scopo si deve facilitare lo scambio di esperienze in un contesto internazionale. Ogni euro investito nelle nostre scuole, ci tornerà moltiplicato per mille in un futuro molto più prossimo di quello che si possa comunemente pensare“.

http://www.sick.com/group/DE/home/pr/events/robot_day/Seiten/Robot_day_2012.aspx

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.