Il fotovoltaico CIS segna un nuovo record


SolarFrontier

Un team di progettisti della società giapponese Solar Frontier, in collaborazione con i ricercatori della New Energy and Industrial Technology Development Organization (NEDO) impiegando il medesimo processo adottato nella produzione di massa di pannelli fotovoltaici CIS a film sottile è riuscito a segnare un nuovo record di efficienza, raggiungendo addirittura il 19,7%; questo valore è paragonabile con quello dei migliori pannelli cristallini e può davvero spianare la strada alla diffusione massiccia del fotovoltaico a film sottile, oggi ancora frenata dalla minore resa per unità di superficie.

In particolare il fotovoltaico a film sottile CIS (diseleniuro di indio rame) presenta un’efficienza comparabile con quella della tecnica monocristallina, ma con costi di realizzazione e uniformità di resa al variare dell’angolazione della radiazione solare, migliori. Inoltre l’efficienza dei moduli CIS presenta un coefficiente di temperatura minore, quindi a temperature elevate, come in estate, l’efficienza si riduce meno di quanto non avvenga con le celle mono o policristalline. Solar Frontier ha raggiunto un’efficienza del 19,7% usando per il test celle da 0,5 cm² di superficie tagliate da un substrato di 30×30 cm, piuttosto che specificamente sviluppate in piccole dimensioni; la tecnologia impiegata è quella di spray degli strati metallici seguito da selenizzazione (la medesima usata nella produzione di massa dei pannelli CIS). Il risultato è stato convalidato dal National Institute of Advanced Industrial Science and Technology (AIST) giapponese.
www.solar-frontier.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.