Decolla l’UAV europeo


nEUROn

nEUROn, il primo velivolo europeo da combattimento senza pilota a bordo, ha effettuato il suo primo volo oggi presso la base militare di Istres, in Francia, alla presenza dei rappresentanti dei sei paesi partecipanti al programma (Francia, Italia, Svezia, Spagna, Svizzera e Grecia). Questo UCAV (Unmanned Combat Aerial Vehicle) è il primo velivolo da combattimento “stealth” interamente progettato e sviluppato su di una piattaforma virtuale. Dopo il roll-out effettuato un anno fa e dopo l’intensa attività di prove motore, si è giunti finalmente al traguardo del primo volo. Il velivolo sarà ora sottoposto ad un intenso programma di test in volo per un periodo di circa due anni in Francia, Svezia e Italia. Questi test riguarderanno qualità del volo, grado di invisibilità ai radar (stealth), lancio di sistemi aria-terra dal vano di carico interno, integrazione in un ambiente C4i (Comando, Controllo Comunicazione, Computer e intelligence) nonché di integrazione di una piattaforma non abitata negli spazi aerei. Il nEUROn è un programma guidato dalla francese Dassault Aviation con una partecipazione al 22% della nostra Alenia Aermacchi, responsabile della progettazione e produzione del sistema di generazione e distribuzione elettrica, di quello dei dati aria a bassa osservabilità e soprattutto del sistema integrato di armamento con piena autonomia di gestione dei sottosistemi (la cosiddetta Smart Integrated Weapon Bay – SIWB) che effettuerà automaticamente il riconoscimento del bersaglio, la trasmissione della richiesta di approvazione al comandante della stazione di terra e il lancio dell’armamento con modalità stealth.

www.aleniaaermacchi.it

Un pensiero riguardo “Decolla l’UAV europeo

  • 06/04/2013 in 11:51
    Permalink

    Ho la netta sensazione che l’era dei velivoli militari pilotati sia quasi alla fine. Mi chedo se il progetto del F35, al quale l’Italia partecipa da parecchi anni, sia ancora attuale.
    Questi mezzi senza pilota sono più piccoli ed economici di una macchina tradizionale. Il prossimo passo sarà la costruzione di velivoli senza pilota in grado di garantire la superiorità aerea.

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.