VIPer0P, nuovo chip da ST per consumo zero in standby


VIPer0P

Il tempo dei vampiri che succhiano corrente elettrica quando i nostri dispositivi elettronici sono in standby sta per finire (o quasi) grazie ad un nuovo chip di STMicroelectronics. L’innovativo dispositivo è conforme alle più stringenti normative in materia zero-power standby, ed è il primo al mondo a fornire un modo intelligente di gestire la funzione di “risveglio” negli elettrodomestici, negli impianti di illuminazione e nei sistemi industriali.

La lunga battaglia per ridurre al minimo il consumo in modalità standby ha visto la graduale adozione di numerose norme, come quelle dello IEA che indicava la potenza massima che poteva  essere assorbita in standby (max 1 W entro il 2010 e 0,5 W entro il 2013). Oggi le più avanzate tecnologie sono in grado di ridurre il consumo in standby, per le apparecchiature domestiche e per ufficio, a meno di 5 mW, un valore che può essere considerato praticamente nullo, così come stabilito dallo standard IEC.

Sebbene il consumo in standby sia sempre più basso, l’effetto complessivo cambia di poco dal momento che il numero di apparecchi in uso a livello globale è in forte aumento.

Col nuovo chip VIPer0P di STMicroelectronics lo spreco di energia si riduce praticamente a zero, annullando il consumo a vuoto di tutti gli elettrodomestici, asciugatrici, lavatrici, lavastoviglie, macchine per il caffè e forni a microonde. Il chip può essere utilizzato anche nei dispositivi per il controllo dell’illuminazione, in apparecchi industriali e nei condizionatori d’aria. Con l’introduzione di un sistema di gestione intelligente, brevettato e non disponibile in altri IC simili presenti sul mercato, VIPer0P permette il “risveglio” dell’elettrodomestico mediante un touchscreen o un telecomando, rafforzando in tal modo i vantaggi per gli utenti.

I progettisti di elettrodomestici di tutte le marche leader a livello mondiale si affidano ai nostri robusti sistemi di potenza VIPer® per soddisfare le più stringenti specifiche in ambito energetico”  ha dichiarato Matteo Lo Presti, Group Vice President, Industrial & Power Conversion Division di STMicroelectronics. “VIPer0P aggiunge ora la tecnologia zero-power standby alle altre proprietà di efficienza energetica, robustezza e flessibilità che caratterizzano la famiglia VIPer.”

VIPer0P è in piena produzione ed è disponibile in package SO16N al prezzo di $ 0,54 per ordini di 1000 pezzi.

Ulteriori informazioni tecniche:

Grazie alla sua architettura, VIPer0P è in grado di fornire alimentazione di standby per il microcontrollore host del sistema, pur essendo in modalità idle. Questo permette al sistema di essere riattivato tramite l’interfaccia utente principale dell’apparecchio, come il touchscreen o il telecomando. Non vi è alcuna necessità di un interruttore meccanico ad alta tensione di standby e VIPer0P consuma meno di 5 mW in modalità idle (a 230Vac). Questo consumo, secondo la clausula 4.5 della norma IEC 62301 per uffici e abitazioni, può essere considerato nullo, e il dispositivo può essere definito come zero-power standby.

Se viene utilizzato uno switch per controllare lo standby, il consumo in modalità idle scende sotto i 4 mW. La commutazione può essere realizzata con componenti SELV (Safety Extra-Low Voltage), che evitano l’impiego di ingombranti componenti ad alta tensione.

VIPer0P è un integrato convertitore di potenza off-line di tipo switching che può essere configurato in modalità flyback, buck o buck-boost switched-mode power supply (SMPS). Come gli ultimi elementi della serie ad alta tensione VIPerPlus di ST, VIPer0P  integra un Power MOSFET da 800 V particolarmente robusto che fornisce ai progettisti un maggiore margine di sicurezza ed una affidabilità superiore. VIPer0P dispone anche di funzionalità di protezione complete, tra cui protezione da corto circuito, limitazione della VCC, protezione in temperatura e soft-start. L’oscillatore che controlla la frequenza di commutazione è modulato a 260 Hz per  minimizzare le emissioni elettromagnetiche.

Altre caratteristiche includono uno stadio integrato di avvio ad alta tensione,  un amplificatore di errore con riferimento a 1.2V con contatto di terra separato per un collegamento feedback diretto, nonché un sensore a FET per un rilevamento particolarmente efficiente della corrente. Queste funzionalità semplificano la progettazione e riducono al minimo i componenti esterni, riducendo i costi e lo spazio occupato dal circuito sul PCB. Inoltre, VIPer0P semplifica la scelta del trasformatore, eliminando la necessità di un avvolgimento ausiliario.

www.st.com

 

 

Arsenio Spadoni

Journalist, ElettronicaIn Publisher & Founder, Futura Elettronica Founder,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.