“Naviator”, il drone che sa nuotare e volare


naviator

La Rutgers University di New Brunswick si è aggiudicata un assegno di 618mila dollari dall’Office of Naval Research per costruire un drone capace di volare e di muoversi nell’acqua.

Il drone Naviator verrà utilizzato alla ricerca delle mine subacquee e per svariate attività legate alla sfera militare, ma non solo.

Infatti, il drone potrà essere impiegato in operazioni di salvataggio in mare o per recuperare i resti di un naufragio, oppure per ragioni ambientali, segnalando le fuoriuscite di petrolio dalle piattaforme.

Un problema riscontrato per il drone è che non può essere comandato con le onde radio in acqua e quindi necessita di un cavo per muoversi sul fondale.

Per risolvere tale problema i ricercatori stanno elaborando un sistema di controllo tramite impulsi sonori.

“Il nostro obiettivo è di presentare un velivolo che può muoversi in un ambiente marino e svolgere manovre complesse, entro la prossima estate”, ha rivelato Diez, il capoprogetto di Naviator.

Fonte: Rutgers University

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.