Centrale idroelettrica nel deserto del Cile


Farellon-

Una centrale idroelettrica da 400 milioni di dollari sarà costruita nel deserto Atacama dalla compagnia energetica cilena Valhalla.

L’idea è di utilizzare l’energia solare per pompare l’acqua dall’Oceano Pacifico in due serbatoi realizzati sulle Ande. L’acqua poi potrà uscire dal bacino per raggiungere la centrale posta a valle per produrre elettricità.

L’impianto idroelettrico dovrebbe avere una potenza di circa 300 MW,  utile a soddisfare le esigenze elettriche di tre province del Cile.

“Abbiamo trovato in loco alcune depressioni naturali che dovrebbero essere state in passato antichi laghi,  anche se ora non c’è più nulla visto che è rimasto solo deserto, che ci potrebbero consentire di immagazzinare l’acqua”.

L’impianto ha ottenuto l’ok dalle autorità ambientali ed ora è alla ricerca di finanziamenti necessari, ma secondo gli auspici i lavori dovrebbero essere avviati nel 2016 per concludersi in tre anni e mezzo circa, affrancando in tal modo il Cile dall’approvvigionamento costante, come avviene oggi dalle fonti fossili.

Fonte: Valhalla

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.