A Napoli la diga che raccoglie energia dalle onde


dime

Nel Porto di Napoli è stata installata una diga capace di immagazzinare e riprodurre l’energia prodotta dalle onde alle utenze civili.

Il progetto Dimemo rivoluziona dunque la filosofia della progettazione delle dighe del mare, che vengono trasformate a tutti gli effetti in produttori di energia.

La tecnologia ecosostenibile si integra perfettamente con le infrastrutture portuali,  producendo elettricità “pulita” con un tariffa incentivante molto alta.

Il primo impianto del progetto Dimemo, finanziato dal Miur, è stato realizzato nel molo San Vincenzo di Napoli e a condurre gli esperimenti nella fase di test del progetto ci penseranno i ricercatori della Seconda Università di Napoli.

Il progetto si pone l’obiettivo di dare una risposta concreta al problema della reciproca integrazione tra richiesta energetica e politica ambientale a scala urbana, promuovendo le fasi finali di ricerca e la realizzazione di un impianto pilota di una tecnologia innovativa di conversione dell’energia ondosa in elettricità appropriatamente studiata per i climi meteomarini del Mediterraneo, a vantaggio della sostenibilità ambientale e della qualità della vita nelle piccole e grandi realtà urbane costiere.

Fonte: Dimemo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.