Il primo robot che riordina gli armadi


robot 2

Il primo robot capace di ordine armadi e dispense, riunendo sugli scaffali oggetti simili, a seconda delle preferenze dei padroni di casa, è stato costruito dai ricercatori delle università tedesche di Friburgo e Bonn.

I robot di servizio stanno trovando posto in misura sempre maggiore nelle case e nei luoghi di lavoro e si ritiene a ragione che la loro diffusione possa moltiplicarsi nei prossimi anni.

La disposizione migliore degli oggetti in casa dipende da numerosi fattori, tra i quali appaiono molto rilevanti il gusto personale, culturale o  il senso comune e ideare dunque un modello adeguato per essere utilizzato da un robot non è semplice e allo stesso tempo non sarebbe molto pratico per il robot interrogare continuamente gli esseri umani riguardo le azioni da compiere.

Il metodo ideato dai ricercatori si basa sul paradigma di filtraggio collaborativo per la formulazione di raccomandazioni personalizzate e su dati provenienti da diversi utenti (panel di 1200 utenti) e dalle ricerche effettuate sul web, offrendo al robot una serie di scenari basati su indicazioni precise grazie alle quali muoversi ed agire.

In tal modo, il robot potrà prevedere in modo attendibile le preferenze degli utenti seguendo l’approccio dei ricercatori.

Fonte: Università di Friburgo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.